In questo articolo si parla di:

Sono quaranta gli anni di lavoro e reciproca fiducia che legano l’agente Alberti Carmeli a Dolomite Scott. Un rapporto lungo e longevo, ricco di soddisfazioni che hanno portato l’azienda a voler premiare la professionalità di Carmli attraverso la consegna di un riconoscimento per la sua attività.

Con lo slogano “le storie vanno vissute e non raccontate”, l’Award rappresenta il logo di Dolomite sotto il quale campeggia la scritta “congratulazioni per questi 40 anni” ed è stato consegnato il 21 maggio scorso in occasione del sales meeting per la SS 25 del brand, presso la sede di SCOTT Italia.

“Ho firmato il mio primo contratto con Dolomite il 19 settembre 1983 con la famiglia Munari-Garbuio, la seconda generazione a capo dell’azienda che allora era a conduzione famigliare”, le parole di Alberto Carmeli. “Dopo qualche anno, la Dolomite è stata ceduta a Franco Vaccari, uno dei due fratelli proprietari di Nordica che, a sua volta, era stata venduta alla famiglia Benetton. Dopo di ché, Dolomite è entrata a far parte del gruppo Tecnica con la famiglia Zanatta e infine nel gruppo svizzero SCOTT. Insomma, ho vissuto quattro proprietà diverse”.

La storia professionale di Alberto Carmeli coincide con quella di Dolomite. Oggi l’agente è titolare della ACCAgency dove lavora insieme a sua moglie Annalisa e la figlia Federica e che vanta un prestigioso portfolio clienti.

Alberto Carmeli

Nato a Brescia nel 1958, Alberto Carmeli cresce in una famiglia di commercianti da cui si distacca professionalmente per cercare la sua strada nel mondo dello sport di cui era grande estimatore e apassionato, soprattutto per quanto riguarda lo sci alpino. Per questo comincia a frequentare il MIAS, ovvero la fiera dell’articolo sportivo italiano, andando a bussare alle prote delle aziende che producevano scarponi da sci.

“Lo sci era una mia passione. Sono stato preso su serio dalla famiglia Garbuio, proprieraria di Dolomite  e abbiamo approfondito la nostra conoscenza, loro mi hanno dato fiducia assegnandomi quattro province della Lombardia prima e infine tutta la regione. Inizialmente non avevo idea di cosa volesse dire essere un agente, però mi piaceva l’idea di essere io che andavo a cercare i clienti, non stare dall’altra parte. La mia generazione è stata un po’ pioniera nel creare questa professione”.

Un’ottima relazione rafforzatasi poi con Vaccari e anche con la successiva proprietà Zanatta, fino ai giorni nostri con il gruppo SCOTT con cui Alberto ha stretto forti legami. Per questo motivo l’azienda, durante la riunione sulla SS 25 che si è tenuta a Giaviera nella sede di SCOTT Italia, ha deciso di premiare Alberto e la sua carriera nella persona della general manager di SCOTT Italia Donatella Suardi insieme ai commerciali dell’abbigliamento e della calzatura.

“Non me l’aspettavo proprio, per me è stato un grande onore. Dopo 40 anni continuo credere nel marchio Dolomite, nella sua italianità e artigianalità”

Conclude Alberto.

About Dolomite

Dolomite è una storica azienda nata nel lontano 1897 con l’apertura di un piccolo calzaturificio, “Fabbrica Scarpe Montello”, da parte dell’allora diciasettenne Giuseppe Garbuio. Nel 1954, l’azienda raggiunse per la prima volta la cima del K2  ai piedi dei due alpinisti italiani Compagnoni e Lacedelli che conquistarono la vetta Karakorum K2.

Seguirono molte altre epiche spedizioni che contribuirono alla visibilità internazionale del brand. Oggi la missione di Dolomite è quella di continuare a fornire qualità, il comfort, la performance e l’inconfondibile design italiano per permettere al consumatore di sperimentare la bellezza e lo stile del design italiano senza rinunciare alla performance e alla qualità del prodotto.