In questo articolo si parla di:

Prowinter Ski Rental Summit powered by ITASnow è stata la giusta occasione per tirare le somme del settore. L’analisi condotta chiarifica i temi caldi dell’anno.  

Con il chiudersi della stagione sciistica 2023/2024 hanno avuto luogo due importanti appuntamenti:  la Festa dell’Atleta del Corpo Sportivo dei Carabinieri e la settima edizione di Prowinter Ski Rental Summit powered by ITASnow. Due momenti fondamentali per lo skibusiness, che stima investimenti per un totale di 29 milioni di euro.

Alla fiera di Bolzano l’11 aprile sono stati consegnati i premi agli atleti dell’Arma dei Carabinieri: Federica Brignone, Luisa Vittozzi e Dominik Paris sono solo alcuni dei grandi nomi presenti alla cerimonia, accanto a giovani promesse sportive e icone del passato.

Venerdì 12, invece, la settima edizione di Prowinter Ski Rental Summit è riuscita nella sua missione di individuare i temi caldi del comparto del mondo degli sport invernali. Gli ospiti principali sono stati coinvolti grazie alla collaborazione di Prowinter Lab, che li ha intervistati per avere informazioni di prima mano sulla stagione appena conclusasi. L’analisi del rental in Italia è stata condotta su un campione di 300 ragioni sociali (su 850 censite nella nazione- 2023), pari al 35% del totale. Ad avere rilievo sono stati alcuni punti cruciali del settore, come flussi turistici, presenza e sicurezza sulle piste. 

Flussi turistici

Si conferma il trend in crescita riguardo la presenza di visitatori stranieri. Per il 39,4 % degli intervistati infatti gli sciatori provenienti da oltreconfine incidono per la metà del proprio fatturato, con un’impennata del 16,9% rispetto allo scorso anno. I turisti provengono principalmente da Polonia, Gran Bretagna e Germania; paesi di riferimento e con una discreta cultura degli sport invernali, seguiti da: Francia, Svezia e Svizzera. La crescita delle prenotazioni ha influito anche sulla ricerca di attrezzatura a noleggio. Il 17,7% dei noleggiatori intervistati ha dichiarato di aver rinnovato il proprio parco attrezzatura per un valore economico pari a 5.250.000 di euro con una crescita del 30,1% rispetto alla stagione 2022/2023. Proiettando questo trend sull’intero comparto rent, il totale degli investimenti si stima di 29 milioni di euro. Il gradino più alto del podio in ambito prodotti noleggiati resta il set completo da sci (sci, scarponi, bastoni e casco) per 3/4 dei noleggiatori; seguito dal duo sci/scarponi. Il parco prodotti degli ski rent è preso d’assalto prevalentemente dagli sciatori che si definiscono intermedi e che pesano sui noleggi per il 70,3%.

Sicurezza sulle piste

Grande attenzione durante il Prowinter Ski Rental Summit è stata dedicata alla sicurezza ma anche alla responsabilità civile: Prowinter Lab ha infatti chiesto alle maggiori compagnie assicurative di delineare il quadro della diffusione dei prodotti e di tracciare l’identikit di chi è coinvolto negli incidenti in pista. Nella stagione 2022/23 sono state vendute un totale di 3,08 milioni polizze assicurative (giornaliere, settimanali, stagionali) e secondo quanto riportato dalle compagnie assicurative la proiezione per l’anno 2023/24 è in aumento del 5% circa. Gli incidentati sono principalmente uomini sugli sci e l’età media si aggira intorno ai 32 anni. È emerso che i noleggiatori si stanno attrezzando per offrire ai propri clienti un’assicurazione RC: il 9% degli intervistati ha dichiarato che dispone già di questa offerta, mentre il 12% di loro ne sta valutando l’attivazione.

Tavola rotonda

I principali player del settore sono stati messi a confronto per indagare le problematiche attuali e le possibili soluzioni: ordinativi, consegne e packaging/sostenibilità, ma anche reperimento del personale, la questione assicurativa e la loro formazione. Le tempistiche di consegna degli ordini da parte di negozi e noleggi sono tornate agli standard consueti con tempistiche precise per il 67,7% degli intervistati. Parola poi a noleggiatori e produttori che hanno discusso insieme delle problematiche, ma soprattutto delle possibili soluzioni adottabili da parte dell’intero comparto.

Verso il futuro

Per quanto riguarda la prossima edizione, le date scelte sono quelle dal 13 al 15 gennaio 2025 a Fiera Bolzano. Confermate le iniziative dell’edizione 2024 e sul piatto tantissime novità per l’intero settore.