Con l’arrivo della bella stagione uno studio di Hoka ha analizzato i paesi Europei secondo una serie di criteri- dalla qualità dell’aria, al numero di parchi nazionali- per stilare un elenco delle migliori destinazioni estive per i corridori. 

Le “runcations” – vacanze pianificate intorno a una gara o a un evento podistico – hanno visto un aumento del 22% dell’interesse di ricerca su Google nell’ultimo anno, così come le ricerche di “vacanza di corsa”. Stanno guadagnando slancio anche sui social, accumulando più di 745.000 visualizzazioni su TikTok e quasi 98,00 tag su Instagram.

Che si stia inseguendo il brivido di un sentiero panoramico, il polso di una città vivace o la tranquillità dei sentieri costieri, l’Europa offre una serie di destinazioni perfettamente adatte a coloro che amano godersi la libertà estiva facendo sport.

LA CLASSIFICA

In cima all’indice, la Spagna è stata scoperta come la migliore destinazione per i corridori, con un punteggio di 48,26, seguita da Malta e Portogallo rispettivamente con un punteggio di 47,62 e 46,65. Francia e Finlandia completano la top five, con un punteggio rispettivamente di 44,44 e 44,11.

Ma cosa rende la Spagna un paradiso per chi corre? La nazione vanta una temperatura media di 14 gradi all’anno, circa 2.796 ore medie di luce all’anno e ha tra i livelli di inquinamento più bassi d’Europa, il che la rende un luogo privilegiato per i corridori.

Alla seconda posizione troviamo Malta. Con la temperatura media più alta di tutti i paesi europei, pari a 20 gradi. Situata a soli 80 km a sud dell’Italia, questa piccola isola vanta più di 30 km di sentieri sul lungomare della costa orientale e tre siti Patrimonio dell’Umanità dell’UNESCO. Per qualcosa di più unico, si può partecipare a un tour “runseeing” della capitale fortificata di La Valletta, una corsa mozzafiato attraverso l’isola sullo Xemxij Heritage Walk e nell’area Blue Grotto nel sud di Malta.

Subito dopo troviamo il Portogallo, grazie al basso livello di inquinamento, al clima mite e alle giornate molto luminose. La capitale costiera Lisbona ospita edifici dai colori pastello, iconiche strade acciottolate, lo storico Castello di São Jorge e il Ponte 25 de Abril, il più lungo del suo genere in Europa con i suoi 1.013 metri. Il parco più grande è Monsanto, monito di splendidi percorsi per i corridori e collegato al centro della città grazie a un “corridoio verde”.

GLI OTTO ELEMENTI CONSIDERATI NELL’INDICE

Per l’analisi sono stati scelti otto punti in base ai quali stabilire il ranking proposto dei migliori luoghi da visitare in stagione estiva. Gli elementi considerati sono:

  • Gli hashtag pubblicati su Instagram dei luoghi
  • I volumi di ricerca di Google che indicano la popolarità
  • Il numero di centri termali per il ringiovanimento post-corsa
  • il livello di inquinamento
  • la garanzia di aria fresca
  • praticità per un comfort di corsa ottimale, come le ore medie di luce diurna per sessioni di corsa prolungate
  • le temperature miti
  • la presenza di parchi nazionali

Considerando questi elementi, la Spagna ha ottenuto il punteggio maggiore al Runcation Rating tra tutti i paesi Europei. Tuttavia, se valutati individualmente, l’Islanda e San Marino si sono classificate al primo posto due volte: l’Islanda per il maggior numero di centri termali, mentre San Marino ha la qualità dell’aria più pulita e il maggior numero di ore di luce.

La Repubblica Ceca è al primo posto per numero di hashtag su Instagram con circa 98.000 post di utenti che condividono un selfie della loro corsa. Malta ha la temperatura media più alta e la Finlandia ospita il maggior numero di parchi nazionali.

Fonte