In questo articolo si parla di:

Dal 19 al 21 luglio torna la 100 Miglia del Monviso. Attorno all’ultratrail, nato quattro anni fa dall’intuizione di unire in un unico itinerario borghi medievali e paesaggi montani, gravitano gare satellite per un trittico di distanze (160, 45 e 20 chilometri) con un solo obiettivo: riuscire a coinvolgere tutti coloro che amano il trail e le corse in natura. E per chi ama la bicicletta… arriva in contemporanea anche la Gravel del Monviso.

Perché una gravel?

Da anni le Terres Monviso lavorano a un outdoor che sappia emozionare, correndo o andando in bicicletta. Oggi è l’ora di lanciare una corsa non competitiva che permetta di viaggiare in lungo e in largo tra Italia e Francia, cercando le emozioni che colli, passi, laghi e vette possono dare. Si parte da Saluzzo, quindi si pedala verso l’altopiano della Gardetta, il colle della Maddalena, il tunnel del Parpaillon, le Lac de Serre Ponçon, il Guillestroise, il Queyras, per chiudere col mitico colle dell’Agnello e volare verso la pianura, non senza un ultimo stacco in vetta.