In questo articolo si parla di:

Si annuncia un 2024 intenso per Rock Experience. Il brand ha infatti riconfermato il suo sostegno al progetto Discovery Tour, ma non solo: continua la collaborazione con i Ragni di Lecco per lo sviluppo della linea tecnica Ground Up.

La collaborazione con i Ragni di Lecco

Prosegue la crescita della linea d’abbigliamento tecnico Ground Up, giunta alla sua terza release, frutto della collaborazione tra l’azienda lecchese e lo storico gruppo alpinistico dei Ragni. Il gruppo, proprio quest’anno, ricorda il cinquantesimo anniversario della conquista del Cerro Torre dopo averne risalito l’impressionante parete Ovest.

La collezione Ground Up propone capi tecnici che offrono massima funzionalità negli ambienti più ostili e freddi combinando leggerezza e calore, permettendo così cambi rapidi in qualsiasi situazione e con tutte le accortezze tecniche di cui necessita l’alpinista moderno. Una linea di abbigliamento “per pochi” ma che dimostra l’impegno di Rock Experience nello sviluppo di soluzioni tecniche avanzate e innovative. Per maggiori informazioni, a questo link.

Il progetto Discovery Tour

Riprende anche nel 2024 il percorso Discovery Tour che ha l’obiettivo di esplorare e valorizzare nuove pareti e comunità di arrampicatori. Il progetto è sostenuto da Rock Experience e vede la partecipazione dei gruppi alpinistici Ragni e Gamma di Lecco in collaborazione con il gruppo siciliano Bobo’s. Dal 17 febbraio, tredici alpinisti saranno a San Giuseppe Jato, in provincia di Palermo, per aprire una falesia sul versante meridionale del Pizzo Mirabella.

La genesi del progetto

Nel 2021 l’incontro tra climber lombardi che militano nel Gruppo Alpinistico Ragni e nel Gruppo Alpinistico Gamma, ambedue di Lecco, e i “colleghi” siciliani dell’associazione Bobo’s dalla Sicilia, ha gettato le basi per l’iniziativa Discovery Tour. Il progetto mira alla scoperta non solo di territori inesplorati, ma anche all’incontro di nuove comunità di arrampicatori. Un’iniziativa che nel corso del suo sviluppo ha fornito anche un arricchimento alle pareti individuate grazie alla individuazione di nuove falesie da offrire alle comunità locali di climber.

La destinazione di quest’anno

Nel solco di quanto è stato realizzato, il progetto 2024 vede ancora la Sicilia come terra di destinazione. Infatti è stata individuata nella zona di San Giuseppe Jato, nei pressi di Palermo, un nuovo terreno di sviluppo. La parete individuata è “La Cattedrale”, così chiamata per la sua forma che ricorda una basilica gotica. Si trova posizionata sul versante sud ovest del Pizzo Mirabella. Ciò che ha attirato l’attenzione dei climber lecchesi e siciliani sono le singolari caratteristiche della montagna rocciosa caratterizzata da grandi canne e strapiombi che si sviluppano per 80 metri. La parete, infatti, che vedrà nelle prossime settimane la nascita di una nuova falesia promette di essere uno dei più bei muri verticali del sud italiano.

La spedizione 2024 di Discovery Tour partirà il 17 febbraio e se tutto filerà liscio, prima della fine del mese il lavoro di tracciatura verrà completato dai protagonisti del progetto. Questi ultimi sono, per il gruppo Ragni, Simone Pedeferri, Maurizio Tasca, Norberto Riva e Luca Passini. Per il Gruppo Gamma, Claudio Cendali e MartiFrigerio. Infine, ci saranno Jonathan Bonaventura, Marco Puleo, Ricky Vella e Giuseppe Curcio del gruppo Bobo’s. A documentare lo sviluppo delle attività in parete e non solo, ci saranno Berni Rivadossi per la produzione di fotografie e Michele Caminati che coordinerà l’attività di riprese video.