In questo articolo si parla di:

Patagonia ha appena lanciato il suo nuovo film, Laxaþjóð – A Salmon Nation, sulla lotta per proteggere le acque incontaminate e i salmoni selvatici islandesi dagli allevamenti industriali in reti aperte.

A Salmon Nation

Una nazione, una comunità e il futuro della wilderness sotto minaccia.
Il nostro rapporto con la natura non definisce solo la nostra storia, ma dà anche forma al nostro futuro. Tuttavia, sotto la superficie dei fiordi islandesi, i metodi di allevamento industriali dei salmoni minacciano uno degli ultimi luoghi selvaggi rimasti in Europa. Il documentario di 27 minuti di Patagonia, Laxaþjóð | A Salmon Nation, racconta la storia di una nazione unita dalle sue terre e dalle sue acque. Ma non solo: anche del potere di una community di proteggere i propri spazi selvaggi e gli animali che l’hanno aiutata a forgiare la propria identità.

Il film sarà presentato in anteprima durante un evento pubblico a Reykjavik e sarà disponibile online, nell’ambito di una campagna internazionale di sensibilizzazione sui danni causati dai recinti di rete in mare aperto ai pesci selvatici, agli ambienti naturali e agli animali allevati.

Le parole di Yvon Chouinard

Yvon Chouinard, fondatore di Patagonia, ha dichiarato: “Dal mio primo viaggio in Islanda, nel 1960, abbiamo assistito al crollo delle popolazioni di salmone selvatico e ora, se all’industria dell’allevamento di salmone verrà consentito di continuare a seguire la stessa direzione, queste specie verranno danneggiate. È già successo nel Regno Unito e in Norvegia. In Islanda, come in ogni altro luogo, l’economia ruota intorno alla natura, non viceversa. Se distruggiamo la natura, distruggeremo la nostra economia. Ci vorranno lungimiranza e leadership per rimediare ai danni, ma sappiamo che si può fare”.

Il film si può vedere a questo link.