In questo articolo si parla di:

Continua senza interruzioni la collaborazione tra Atomic, il marchio tra i leader a livello mondiale nel settore dello sci, e Fondazione Cortina, l’organizzatore di grandi eventi sportivi nazionali e internazionali a Cortina d’Ampezzo. Arriva lo sci limited edition Atomic X9i Fondazione Cortina, in 26 paia numerate.

Atomic X9i Fondazione Cortina: il suggello di una partnership d’eccezione

Il percorso di Atomic insieme a Fondazione Cortina, iniziato nel dicembre 2022 e destinato a continuare fino al 2026, presenta un programma estremamente ricco. L’obiettivo primario per il marchio austriaco è sostenere la crescita degli sport invernali, coinvolgere il pubblico e creare nuovi appassionati degli sport sulla neve. Il tutto, nel pieno spirito della “next generation“. Venerdì 26 gennaio si è aggiunto un altro importante tassello per celebrare i valori comuni della partnership: la presentazione ufficiale dello sci Atomic X9i Fondazione Cortina.

26 paia numerate del modello sportivo Atomic X9i, quindi una Limited Edition. Sono nate dalla volontà di celebrare un anno iconico, straordinaria sintesi progettuale con in sé il meglio della tecnologia utilizzata in Coppa del Mondo. Con un’anima hi-tech e un design pulito ed elegante, questo prodotto è stato presentato al pubblico per la prima volta questo fine settimana durante l’AUDI FIS Ski World CupWomen. La presentazione è avvenuta nell’eccezionale cornice del Tofana Lounge con un esclusivo abito, realizzato con cura sartoriale nell’atelier Atomic. Da questo cui emergono elementi visivi e simbolici che intendono trasmettere l’identità di Fondazione Cortina e, naturalmente, il prestigio e i valori comuni.  Giorgio Rocca, in virtù dei valori e della passione che ha sempre mostrato nel corso della sua carriera, è stato il primo a “toccare con mano” in anteprima questo esclusivo sci.

Come ottenerlo?

Unico ed esclusivo anche il processo d’acquisto 1to1. Gli sci Atomic X9i Fondazione Cortina, saranno acquistabili solamente in Pre-Booking dal 26/01/2024 inviando una mail a segreteria@fondazionecortina.com. I clienti avranno la possibilità di richiedere la personalizzazione del proprio sci con l’engraving delle proprie credenziali sulla tecnologica placca in acciaio armonico Revoshock. Il prodotto verrà commercializzato a uno speciale prezzo al pubblico di 1.260 euro e sarà possibile averlo attraverso pick-up instore presso il partner Atomic Cortina Pro Sport o via corriere espresso.

Dichiarazioni

“Con entusiasmo e gratitudine, celebriamo la partnership con Fondazione Cortina. Abbiamo progettato insieme uno sci personalizzato in grado di trasmettere ai futuri fortunati possessori i valori che ci accomunano; cura dei dettagli, prestigio, innovazione che trasformano le passioni in esperienze uniche. Insieme, stiamo tracciando nuove piste di successo e ispirazione” ha dichiarato Luca Tavian, marketing manager Atomic Italia.


“Oltre alla passione per gli sport invernali, Atomic condivide con Fondazione Cortina valori e obiettivi importanti. Fra questi l’inclusione, la partecipazione e la promozione dello sci fra i giovani come opportunità di crescita sportiva e sviluppo personale. Aver creato insieme un prodotto di valore celebra al meglio la nostra collaborazione confermando sintonia e capacità di progettazione per il futuro” commenta invece Emilio Fontana, market manager Atomic.

“È con grande entusiasmo che oggi abbiamo presentato questa esclusiva collezione di sci che porta il logo di Fondazione Cortina. La partnership di lungo periodo che ci lega ad Atomic trova in questo progetto un ulteriore tassello che ci porterà a percorre ‘simbolicamente’ le più belle piste del mondo ai piedi di tutti gli appassionati che sceglieranno di indossarli”, è il commento di Lorenzo Tardini, direttore marketing di Fondazione Cortina.

Stefano Longo, presidente di Fondazione Cortina, conclude: “Se spettasse a me scegliere il messaggio per personalizzare questi sci sarebbe senza dubbio ‘sNOw Difference’. Per portare su più montagne possibili il messaggio di inclusione e accessibilità che durante le Coppe del Mondo di Cortina mostreremo al mondo non solo a parola ma anche con i fatti.”