In questo articolo si parla di:

L’azienda italiana, tra le eccellenze del Made in Italy e top di gamma per i prodotti outdoor e sci alpinismo, ha consolidato la sua posizione vincendo nella competizione maschile e femminile in Francia un totale di 13 ori, 9 argenti e 13 bronzi.

Flaine, Chamonix

Qui si sono svolti i Campionati Europei di sci alpinismo, conclusisi il weekend passato sulle cime delle alpi francesi. I team di atleti dell’azienda veneta hanno portato a casa ben 35 medaglie. A brillare sulle montagne transalpine sono stati i nomi di Laia Selles Sanchez (Spagna) per la categoria U18W, vincitrice di tre medaglie d’oro nelle discipline individual, sprint e vertical; e la norvegese Ida Waldal, categoria U20W, astro nascente della disciplina con tre ori – individual, sprint e vertical, e un bronzo nella mixed relay di chiusura della manifestazione.

Da sx, Lynn Pollinger, Laia Selles, Emma Albrecht (credit Riccardo De Conti)

Le parole di Sandro Parisotto

“Il 2024 non poteva iniziare in modo migliore da un punto di vista sportivo” ha commentato il presidente di SCARPA Sandro Parisotto. “I risultati ottenuti nell’evento di riferimento per la stagione di scialpinismo ci rendono orgogliosi dei nostri atleti e fiduciosi per i prossimi appuntamenti. Il nostro team si conferma sui podi di questa disciplina e continueremo a impegnarci verso obiettivi di alto livello. In particolare, vorrei esprimere la mia soddisfazione per i risultati ottenuti nelle categorie giovanili. Un successo che riflette pienamente l’impegno costante di SCARPA nell’investire nei talenti emergenti, promuovendo l’entusiasmo e l’interesse per lo scialpinismo.”

Da sx, Robin Bussard, Arno Lietha, John Kistler (Credit Riccardo De Conti)

Le vittorie nelle altre categorie

La leadership del team si è concretizzata in tutte le categorie. Nella vertical U20 maschile, terzo posto per Marcello Scarinzi. La Sprint U18W è stata interamente dominata dal team: oro per Selles Sanchez, argento per la svizzera Lynn Pollinger e bronzo per l’austriaca Emma Albrecht.
Per la categoria U23W, spiccano i nomi della svizzera Caroline Ulrich con un oro individual e un argento vertical; e dell’italiana Lisa Moreschini con un argento individual e l’oro nella vertical.
Passando alla categoria U23M, i gemelli svizzeri Robin e Thomas Bussard hanno fatto il pieno di medaglie: Robin ha vinto l’oro nella sprint (argento e bronzo sempre team SCARPA) e il bronzo nella individual, mentre Thomas si è aggiudicato il bronzo nella vertical.

Lisa Moreschini (credit: Riccardo De Conti)

Lato senior, un meritatissimo argento per Xavier Gachet (Francia) nella individual di lunedì 8. La Sprint Senior femminile è stata vinta dall’oro di Marianne Fatton (Svizzera) e dall’argento di Ana Anita Alonso (Spagna).
La Sprint Senior maschile non è stata da meno con l’argento dello svizzero Arno Lietha e il bronzo del francese Robin Galindo.

Ottimi risultati anche per la Mixed Relay di venerdì 12 gennaio, con l’oro della senior Ana Anita Alonso e il bronzo dell’elvetica Marianne Fatton.

Da sx, John Kistler, Robin Bussard, Loic Dubois (credit: Riccardo De Conti)