In questo articolo si parla di:

Multifunzionalità è la parola d’ordine che accomuna molte delle novità presentate da CMP nella cornice di ISPO Monaco. Il brand sin dal primo giorno di fiera ha presentato le new entry che andranno a caratterizzare la collezione autunno inverno 24/25, che promette di soddisfare tutte le esigenze degli amanti dello sci, dello scialpinismo, del trekking, senza dimenticare tutte quelle persone che amano vivere all’aria aperta anche nei mesi più freddi e cercano capi pratici e funzionali.

La capacità di adattarsi a diverse esigenze e situazioni durante l’attività fisica, massimizzando il comfort, le prestazioni e la praticità, è uno dei punti focali dei capi targati CMP. Una caratteristica che trova piena espressione nella collezione Unlimitech, dedicata agli sportivi più esigenti. Ma la proposta di questa linea si compone anche di capi pensati per un target giovane, spesso alla ricerca di articoli che sappiano abbinare la qualità e l’affidabilità a dei prezzi altamente competitivi, il tutto  senza dimenticare lo stile, che predilige vestibilità comode e stampe all-over.

Ne è un esempio il pantalone ibrido zip-off realizzato unendo l’elasticità del tessuto 4way stretch con inserti in ripstop imbottito all’ovatta da 60g PrimaLoft Black Rise, che offre isolamento termico senza aggiungere peso o volume eccessivo. Grazie alla zip sul ginocchio questo modello si adatta velocemente alle necessità degli amanti dell’avventura all’aria aperta, combinando tecnologia avanzata e design funzionale. Ma anche la nuova Light Jacket in PrimaLoft, un capo tecnico, robusto e versatile, progettato per gli appassionati di alpinismo e ski-touring che cercano la massima funzionalità senza compromessi sul peso. La giacca è confezionata con tessuto WOVEN (NYLON 20D), un materiale leggero e resistente, accoppiato alla membrana Clima Protect, che garantisce impermeabilità e traspirabilità.

Ampio spazio è stato dato anche alla collezione sci, che durante la kermesse bavarese ha fatto bella mostra di sé attraverso una capsule in cui i tratti stilistici tipici degli Anni ’90 vengono ripresi e associati alle tecnologie più avanzate. È così che il brand segna il ritorno della tuta intera per il pubblico femminile e l’utilizzo di inserti in velluto a coste stretch su giacche e pantaloni, anche per le proposte maschili. Tra i punti di forza che accomunano gli articoli di questa collezione c’è il tessuto Mechanical Stretch che, grazie ad una particolare costruzione del tessuto, possiede elevata elasticità anche senza avere elastane nella sua composizione. CMP introduce anche nuove proposte sci dallo stile loose, con tagli più ampi e più lunghi sulla parte posteriore, pensate per i più giovani.

A ISPO è stata data continuità al progetto della collezione outdoor-urban, che contempla capi per l’everyday-use, funzionali e dallo stile contemporaneo. I capispalla presentano imbottiture come PrimaLoft e Sorona, design giovane e moderno, linee pulite e una palette di colori che si adatta sia alla natura che alla città. La collezione vede inoltre l’ampliamento dell’offerta in pile e lana, materiali pregiati che offrono calore e comfort.

I riflettori, infine, si sono accesi anche sul base layer, con una nuova linea di intimo tecnico formata da maglia manica lunga e corta e uno scaldacollo. Realizzata con l’innovativo filato PrimaLoft Black Performance Yarn (100% PL), questa proposta si distingue per la capacità di garantire un’asciugatura rapida, ideale per chi è sempre in movimento e cerca comfort duraturo. La resistenza all’abrasione assicura una lunga durata, rendendo ogni pezzo un investimento affidabile nel tempo. L’elevato livello di traspirabilità permette alla pelle di respirare liberamente, mantenendo un ottimale equilibrio termico in ogni condizione, il tutto impreziosito dall’estrema morbidezza.