In questo articolo si parla di:

Nonostante le molte perplessità e le numerose difficoltà organizzative, l‘Italian Village è di nuovo ai blocchi di partenza della fiera internazionale con uno spazio tutto italiano.

Testo a cura di Italian Outdoor Group

Non ci è bastata l’esperienza estiva di Outdoor by Ispo; cocciuti e caparbi anche per Ispo Munich abbiamo pensato di riproporre il progetto Italian Village con relativo Italian Bar, convinti che si tratti di una questione di principio, che sposa in pieno il senso di una realtà associativa che intende mostrarsi nella sua forma migliore in occasione dei più importanti momenti di incontro con la distribuzione, specie sullo scenario internazionale.

Come dicevamo non mancano appunto le perplessità, le incertezze su quale sarà l’esito di una manifestazione fieristica, ISPO Munich, da più parti indicata come un evento in sofferenza, segnata dai postumi del Covid e da stagioni invernali incerte, ma più in generale da un sentimento verso le fiere di settore che va mano a mano cambiando, sia sul fronte dell’industria che della distribuzione. Ma siamo pur sempre a Monaco di Baviera, nel cuore del mercato outdoor europeo, nella pancia di una grande struttura che porta in dote decenni di esperienza nell’organizzazione di eventi fieristici di portata internazionale. Qualcosa vorrà pur dire. E qualcosa vorrà pur dire anche il fatto che, nonostante tutto, le proiezioni sulla stagione invernale, indicate dagli operatori turistici della montagna, sono di segno positivo. Di questo la distribuzione, ma anche l’industria, dovrebbero tenere conto, per gettare il cuore oltre l’ostacolo e iniziare finalmente a immaginare un modo diverso per affrontare le sfide del futuro. Le parole chiave potrebbero allora essere “alleanza” oppure “gruppo”, concetti che esprimono un senso di unione e condivisione, sinonimi di forza e determinazione, per superare uno spirito strisciante di contrasto e contrapposizione che spinge nella direzione opposta dello sviluppo. Per farlo serve non solo una modesta dose di coraggio, ma molta disponibilità nel mettere da parte il proprio ego.

In questo senso va dunque intesa la sfida dell’Italian Village a ISPO Munich 2023. Quasi una provocazione per rimarcare il valore dell’iniziativa di Gruppo, al di là dell’individualismo e della competizione che tanto poi, sul mercato, ci saranno comunque. Essere Italian Outdoor Group, significa, infatti, operare insieme in un momento precompetitivo per un interesse comune, superiore a quello delle singole parti, cioè la crescita della base di mercato, a beneficio di tutti o di chi, meglio di altri, saprà coglierne le opportunità. Significa però anche dimostrare al mondo che insieme si vale e si vale di più, soprattutto quando il barometro segna bonaccia e servono tante braccia che remano in sincronia per far muovere la barca. Chi in questi anni ha saputo farlo ne ha tratto evidenti benefici, basterebbe solo alzare gli occhi un attimo dalla propria tastiera e guardare verso Nord per rendersene conto…

Essere Gruppo è oggi strategico, più di quanto non lo sia mai stato. Partecipare all’Italian Village non è infatti solo un’azione tattica, che rappresenta un vantaggio misurabile in termini di riconoscibilità e reperibilità all’interno del contenitore fiera. È un modo per esserci come parte dell’identità di una supermarca che si chiama Italia, una piattaforma che da sola ci regge tutti e che continua a rappresentare la base di valore di tutti i nostri brand ai quali contribuisce ad assegnare un ruolo di leadership ed eccellenza a livello mondiale. Qualcuno può dire il contrario?

Di certo non le 14 aziende associate che hanno aderito alla proposta, raccolte intorno a un Italian Bar che rispetto alla versione estiva ha oggi ampliato la propria dimensione e qualità. Si è lavorato anche per migliorare il layout dell’area, attraverso la creazione di elementi di comunicazione terra – cielo più efficaci e una galleria espositiva con nuovi raffinati
display dedicati agli highlights stagionali dei brand presenti. E non solo, perché non mancheranno il tradizionale appuntamento IOG Breakfast, momento di incontro con la stampa internazionale organizzato con il supporto di un ufficio stampa specializzato e una colazione di apertura per dare il benvenuto ai partecipanti. Vi aspettiamo all’Italian Village nel Padiglione A3, con la convinzione di essere sulla strada giusta.