In questo articolo si parla di:

Sdoganare l’abbigliamento da escursionismo proiettandolo nella vita quotidiana è il nuovo trend autunnale, espressione delle esigenze nate nel periodo pandemico, protratte successivamente anche nel periodo post-Covid.

L’estetica Gorpcore, da Good ol’ Raisins and Peanuts, che fa riferimento a un mix di frutta secca particolarmente amato dagli appassionati di trekking, sta invadendo le street delle grandi metropoli portando con se la necessità di riconnettersi con la natura.

The nature inside the city

Pulizia, raffinatezza e praticità sono i tre elementi fondamentali del brand J EONGL I, nato dalla mente creativa dell’omonimo designer originario di Seoul. Utilizzare l’abbigliamento come forma di espressione è il suo mantra. “New City-Wear” è il concetto sul quale si base la collezione autunno-inverno 23 presentata durante la Paris Fashion Week con l’aiuto di Impossible Objects. Giacche softshell, pantaloni, giacche hardshell e un gilet concepiti come “un’uniforme” versatile e confortevole, un look di transizione adatto per l’ufficio e attività post lavoro. L’innovazione tecnina diventa uno strumento per ricercare ed esplorare la bellezza. Un processo di creazione naturale che parte dalla selezione prioritaria dei tessuti, determinando quali tra essi soddisfano l’esigenza di proteggere le persone dalle intemperie. Come il gilet isolante 3M Thinsulate, realizzato con tessuto impermeabile e antivento. La fodera utilizza una fibra sintetica a forma di griglia che preserva in modo ottimale la temperatura corporea di chi lo indossa.

Urban couture

Con sede a Londra Johanna Parv è una designer di abbigliamento e accessori femminili che ha fondato la sua etichetta omonima dopo essersi diplomata alla Central Saint Martins. Le donne che pedalano tra le vivaci strade della città sono le muse dei capi Parv. Un lusso contemporaneo, in cui performance ed eleganza giocano un ruolo da protagonisti. Ogni collezione è un continuo miglioramento rispetto a quella precedente: abiti acrobatici con leggins incorporati, gonne asimmetriche con spacchi laterali e borse in pelle con tracolla: prodotti che indagano sulle reali esigenze delle donne, liberi dalla sobrietà dell’abbigliamento da performance convenzionale. “Apparire eleganti, puliti e belli ma sentirsi forti” commenta la designer. Capi che abbracciano il corpo sostenendolo, cambiando così la percezione e la sensazione di sé stessi.

Tra heritage e innovazione

Capi prêt-à-porter pensati per l’outdoor urbano. HH-118389225 si basa sui tratti distintivi dell’etichetta norvegese Helly Hansen, fondata 145 anni fa. Sviluppata come una capsule collection in evoluzione, la linea presenta capispalla rigorosamente progettati per respingere forti venti e acquazzoni pur rimanendo leggeri. L’archivio del brand diventa un asset fondamentale per la crescita e la definizione del marchio.

Futuristic immersion

Fffpostalservice il marchio prêt-à-porter con sede a Seoul di Jonathan Choe presenta una visione utilitaristica di un futuro distopico. Una serie di drop limitati che prendono ispirazione da uno streetwear tecnico che fonde un’estetica d’avanguardia e un design pratico. Una moda del futuro radicata nelle esigenze del presente, tradotta in silhouette esplorative e funzionali che attingono dal mondo militare.

It’s the time

Una dedizione maniacale ai dettagli e alta qualità contraddistinguono il brand Goldwin da oltre 70 anni. Un design innovativo che parte da ciò che la natura ci insegna, in particolare l’armonia accentuata da un abbigliamento che migliora la qualità della vita. Una promessa all’umanità che contribuisce a creare un’economia circolare in cui l’abbigliamento e gli esseri umani convivono allo stesso modo con il mondo.

Giochi armonici

Un design ispirato dalla vita quotidiana. Nilmance indaga sull’interazione tra gli abiti e i movimenti umani. Un equilibrio tra moda e durabilità attraverso una sottile attenzione dei tagli e dei particolari. Un abbigliamento funzionale e tradizionale. Tessuti resistenti all’acqua e leggeri creati appositamente per un guardaroba urbano, ideali per un clima e un ambiente in costante cambiamento.

Creazione intenzionale

Un abbigliamento modulare, dove ogni prodotto può essere utilizzato a seconda dell’occasione o necessità. ARCS nasce dal desiderio di colmare il divario tra streetwear e sartorialità creando una nuova uniforme per la vita contemporanea. Prodotti artigianali realizzati per durare nel tempo con un minimo impatto sul pianeta e un equilibrio calibrato tra scopo e prodotto.

di Maria Pina Ciuffreda