In questo articolo si parla di:
millet negozio torino

Millet consolida la sua presenza in Italia con un nuovo store monomarca a Torino, inaugurato il il 3 gennaio in via Gramsci 15. Un’apertura che segue quella di Bolzano e segna il consolidamento della nuova strategia del brand, improntata a rafforzare il contatto diretto con il consumatore e con la sua community verticale.

“I negozi di Bolzano e Torino sono l’8° e il 9° ad essere inaugurati in Europa. Queste due aperture segnano l’inizio di un programma più sostenuto di aperture di punti vendita in Italia, sotto forma di succursali e franchising per l’insegna Millet e più particolarmente nel Nord d’Italia, allo scopo di moltiplicare il numero di punti di contatto diretti con i consumatori italiani. Continueremo a valorizzare le nostre competenze alpine ed il nostro leitmotiv attraverso i tre mantra: community verticale, innovazione e responsabilità”, ha commentato Catherine Routis, Direttrice Retail del Millet Mountain Group.

Nei due negozi sono rappresentate tutte le specialità del brand: alpinismo, arrampicata, trekking-hiking, sci escursionismo e sci alpino, nonché trail running, disciplina di punta per la stagione 2023. Abbigliamento, zaini, calzature, sacchi a pelo… L’universo dell’alta montagna riprodotto in negozio riflette l’immagine delle competenze alpine del marchio centenario: 100 anni di esperienze umane, sportive e tecnologiche che hanno fatto di Millet il marchio di riferimento nel campo degli equipaggiamenti di montagna.

La shopping experience Millet

Al centro del negozio, un grande tavolo in legno rafforza il legame con gli appassionati del marchio. Uno spazio ideato come un vero e proprio luogo di scambio che permette di informare i clienti più approfonditamente sulla tecnicità dei prodotti. Funge
anche da cassa, un concept dirompente voluto dal brand. Millet ha inoltre ricreato in fondo al negozio il laboratorio di un
vero appassionato d’alpinismo, dove ritroviamo corde, piccozze, elmetti, per suggerire un’ulteriore dimensione di fruizione e favorire il contatto con i clienti.

Lo spirito della montagna è concretizzato anche con la presenza di una corda rossa che percorre il negozio, ammicco ad alpinisti come Walter Bonatti, primo consulente tecnico di Millet nel 1959, e Reinhold Messner che seguì nel 1987, entrambi protagonisti dello sviluppo degli zaini del brand.

“I valori del brand ed i suoi mantra sono stati alla base della creazione del concept. Abbiamo immaginato un luogo di connessione con la nostra community outdoor, attraverso un’esperienza concreta e una forte componente emozionale, con riferimento al nostro spirito Rise Up. Sono inoltre proposti servizi supplementari che confermano i nostri impegni, come la riparazione dei prodotti o il noleggio di attrezzature”, ha aggiunto Catherine Routis.

Il 2023 seguirà con nuove aperture in programma.

millet