In questo articolo si parla di:

Aperte le iscrizioni alla XII edizione della Monterosa Skialp, prevista per venerdì 7 aprile 2023 con partenza e arrivo da Champoluc, Val d’Ayas.

La gara

Suggestiva gara di scialpinismo a coppie in notturna, la Monterosa Skialp è una delle più belle, impegnative e attese competizioni dell’inverno. Quest’anno, la sede di partenza e di arrivo sarà Champoluc, suggestivo borgo della Valle d’Ayas.

Il percorso, al cospetto dei 4000 valdostani, prevede uno sviluppo di 28 km con 2800 metri di salita, 14 cambi d’assetto e un tratto a piedi con sci sullo zaino.
I tempi da battere su questo tracciato appartengono ai campioni del Cs Esercito di Courmayeur – Robert Antonioli e Matteo Eydallin per l’assoluta maschile e Alba De Silvestro e Giulia Murada per l’assoluta femminile. Sotto una fitta nevicata, nel 2020, i quattro riuscirono infatti a siglare i nuovi record gara: rispettivamente 2h28’41” al maschile e 3h11’33” al femminile.

Un contesto d’eccezione

Nell’anno del ritorno del Mezzalama, il comitato organizzatore ha deciso di fissare a inizio aprile la XII edizione. Così, la Monterosa Skialp va a chiudere la stagione delle notturne, garantendo agli agonisti un ultimo lungo prima della maratona sul filo dei 4000 del Monte Rosa.

“I mesi di febbraio e marzo sono a dir poco congestionati” ha dichiarato Franco Torretta, Direttore Tecnico della gara. “Da qui, la scelta di spostarci a inizio aprile per non mettere gli agonisti nella condizione di rinunciare ad altri appuntamenti, ma soprattutto per dare anche agli amatori la possibilità di arrivare allenati alla nostra gara.”

Il comprensorio Gressoney-Ayas

Il comprensorio è il primo in Italia ad aver aperto le porte allo scialpinismo. Questa disciplina è un’interessante proposta da offrire sia ai local sia a chi intende sciare solo per la settimana bianca.
Grazie al supporto di Dynafit, brand di riferimento per gli sport outdoor e in particolare per lo scialpinismo, i gestori del comprensorio puntano a una fruizione della montagna a 360° con tracciati pensati appositamente per gli amanti delle pelli. L’obiettivo è permettere all’amatore di raggiungere i rifugi in quota per poi ridiscendere sulle piste del comprensorio.
Un’occasione da non perdere. Gli itinerari del Bettaforca, del Colle Betta e del Passo dei Salati sono pronti per allenamenti o per gite in tutta sicurezza.

Per gli agonisti il vero focus resta la super sfida di inizio aprile quando, illuminati dalle frontali, dovranno raggiungere Gressoney-La-Trinité testando braccia e resistenza su temibili salite quali Belvedere, MonRoss, Bettaforca, Colle Betta e Lago Ciarcerio.

Qui per iscriversi.