In questo articolo si parla di:

Manca solamente una settimana al Petzl RocTrip e la località di Manikia, in Grecia, si prepara ad accogliere gli arrampicatori (professionisti, atleti di spicco e amatori) provenienti da tutto il mondo per scalare sulle nuove pareti appena chiodate. Dal 12 al 15 maggio, dopo otto anni e una pandemia, il Petzl RocTrip torna con una edizione rinnovata, accessibile sia fisicamente sia a distanza.

Ciò significa che tutti, da ogni parte del mondo, potranno prendere parte all’evento anche a distanza collegandosi alla piattaforma digitale (qui il link: petzl-roctrip.com/en/). Per iscriversi bastano davvero 3 minuti e sarà fin da subito possibile “atterrare” nel paesino di Manikia, situato nell’entroterra, a poca distanza dalle pareti e dai canyon già pronti per essere scalati. Nei giorni dell’evento, poi, la piattaforma si animerà a trasmetterà quotidianamente quello che gli atleti hanno realizzato. Vari i temi che verranno affrontati durante le giornate: multipitch, arrampicata sportiva e sicurezza, chiodatura, rispetto e valorizzazione del territorio. Uno dei capisaldi di questo rinnovato RocTrip sarà la responsabilità ambientale e sociale. Questo significa che verranno limitati, laddove possibile, i viaggi internazionali e che si metterà la comunità locale al primo posto.

Un’altra novità del Petzl RocTrip è il progetto Creative Onsight. Gli atleti Petzl saranno suddivisi in 4 piccole squadre composte da atleta + fotografo + operatore video e si sfideranno nella creazione quotidiana di contenuti visivi che mettano in mostra il villaggio di Manikia e l’incredibile arrampicata che ha da offrire. Le squadre avranno tre giorni per girare e due giorni per montare. I capitani sono Sasha DiGiulian, Alex Megos, Margo Hayes e Sean Villanueva.

Ogni sera, al termine della giornata, due squadre sveleranno le loro creazioni, che saranno votate dal pubblico iscritto alla piattaforma digitale. Per ogni like la squadra guadagnerà un punto che verrà convertito in denaro, contribuendo così alla raccolta fondi del progetto Manikia. Al termine dell’evento, infatti, il totale dei punti sarà convertito in un importo in euro che Petzl devolverà al Progetto Manikia, che lavora con la gente del posto per sviluppare un turismo sostenibile con l’arrampicata come attività principale. Ecco perché è fondamentale coinvolgere il maggior numero di persone possibile a seguire l’evento (e a votare) anche a distanza.

La rivista Outdoor Magazine sarà l’unica testata italiana presente e ogni giorno, attraverso il proprio canale instragram, pubblicherà storie, foto e interviste per documentare l’evento live. Tra gli atleti presenti e impegnati nei vari workshop, per l’Italia, l’atleta Petzl Federica Mingolla (qua sotto nella scatto di Matteo Pavana).

Le abbiamo posto un paio di domande. Conoscevi già la formula dei Petzl RocTrip? Cosa ne pensi dell’evento e delle sue finalità? Cosa significa per te prendere parte e che ruolo avrai nello specifico?

“Certamente lo conoscevo già, anzi sono cresciuta guardando le foto e i video dei pro-climber impegnati nei vari Petzl RocTrip. Poi proprio nel momento in cui sarei stata all’altezza per parteciparvi come atleta Petzl italiana hanno smesso di esistere e ne ero molto dispiaciuta! Quest’anno, quando mi hanno chiesto di partecipare anche in qualità di guida alpina per condurre dei workshop all’interno del festival, sono esplosa di gioia! Per me significa tanto, è un traguardo raggiunto. I climber che prima vedevo solo “da lontano”, attraverso i video, saranno tutti a Manikia e io con loro. Potrò scalare e divertirmi in questa nuovissima mecca dell’arrampicata greca. Questi eventi sono fatti soprattutto per permettere lo sviluppo a località con un grosso potenziale per l’arrampicata e penso che Manikia diventerà una di queste. Sono veramente felice di poter contribuire come atleta e guida a dar vita a tutto questo. Personalmente potrò tenere dei clinics nei quali spiegherò le varie tecniche di arrampicata in falesia, con un focus particolare sugli aspetti legati alla sicurezza”.

Photo credits: © 2021-PETZL DISTRIBURTION-Marc Daviet