In questo articolo si parla di:

Il Parco nazionale delle Cinque Terre ha avviato un lavoro di ripristino e aggiornamento dell’intera cartellonista: oltre 300 pali, segnavia, bacheche per rinnovare la segnaletica verticale di 130 km di sentieri.

Il ripristino

L’attività, portata avanti parallelamente al lavoro quotidiano di manutenzione della propria rete escursionista, è stata realizzata dal gruppo di lavoro del Parco, in collaborazione con il CAI La Spezia. 
Il lavoro di ripristino è stato suddiviso in più fasi: catalogazione dell’esistente, georeferenziazione su mappa digitale di tutti i segnavia presenti sul territorio – descritti in base allo stato di conservazione (pessimo, scadente, buono, ottimo) – e infine realizzazione di nuovi pali e frecce destinati al ripristino e integrazione laddove mancanti.
A oggi, dopo circa due mesi di lavoro, sono già stati sistemati 188 dei circa 300 punti censiti, e ha preso avvio la fase di integrazione e sostituzione di pali e frecce mancanti.

“Il Parco ha pianificato una capillare riqualificazione e integrazione della segnaletica verticale, indispensabile per rendere l’esperienza di visita e conoscenza dei valori custoditi nel nostro paesaggio sempre più sicura e appagante.”
Donatella Bianchi, presidente Parco Cinque Terre

Due gli addetti alla manutenzione dei sentieri che hanno anche contribuito ad aggiornare i punti georeferenziati attraverso nuove fotografie e dati in tabella (tramite applicazione su smartphone), consentendo così all’Ente di migliorare l’acquisizione e l’aggiornamento delle informazioni in formato digitale.
Il gruppo di lavoro ha rielaborato e poi riportato le informazioni raccolte sui nuovi segnavia realizzati in larice che saranno posizionati sui nodi della rete escursionistica: 100 le frecce e altrettanti i pali che saranno messi in opera dai manutentori entro il mese di giugno.