In questo articolo si parla di:

Nuova gara e nuova location per un evento one shot che, con tutta probabilità, avrà luogo solamente quest’anno. Si tratta del Trail del Centenario, gara organizzata da Mario Poletti di Fly-Up Sport e interamente sponsorizzata dall’azienda bergamasca Lovato Electric per festeggiare i 100 anni di attività. Una bella iniziativa quella di questa realtà che, tra le fila dei suoi dipendenti, ha un buon gruppo di appassionati di trail che, a suo tempo, partecipò anche al Gran Trail delle Orobie (la 70 km di Orobie Ultra Trail). Tra questi anche l’amministratore delegato Massimiliano Cacciavillani. Anche lui sarà al via del Trail del centenario e, zainetto in spalla, correrà tra quelle che lui considera le montagne di casa.

Massimiliano Cacciavillani, l’amministratore delegato / runner di Lovato Electric

Profondamente legato alla Val Brembana, l’imprenditore ha deciso di organizzare nel 2022 una serie di eventi sociali, sportivi e culturali volti alla valorizzazione del territorio. Il primo sarà proprio il Trail del Centenario che si svolgerà il 19 giugno a Foppolo (BG).

Un’azienda attenta alla salute dei suoi collaboratori – Lovato Electric non è nuova ad iniziative di questo tipo: sin dal suo inizio ha fatto parte del gruppo di aziende che avevano fatto da sponsor a Orobie Ultra Trail. L’azienda è altresì molto attenta alla salute, fisica e psichica, dei propri collaboratori. Nella sede centrale di Gorle, dove lavorano oltre 300 persone, nel 2017 è stata realizzata una palazzina con mensa aziendale e servizio take away, area relax con wi-fi e una palestra attrezzata dove i collaboratori possono allenarsi in maniera individuale o partecipare ai corsi proposti.

 

product manager di SCOTT Italia e organizzatore gare

La cordata con Mario Poletti – Per l’organizzazione del Trail del Centenario, Cacciavillani si è affidato all’esperienza e alla competenza dell’amico Mario Poletti, recordman del sentiero delle Orobie e alla guida di Fly-Up Sport. I due hanno già fatto i primi sopralluoghi e contattato il sindaco di Foppolo Gloria Carletti per ottenere i permessi necessari.

Una gara, due tracciati – I due tracciati ideati, uno più corto e uno più lungo e tecnico per i più esperti, toccheranno alcuni dei punti più panoramici delle montagne che circondano Foppolo. Il percorso ad anello, che si svolgerà tra la quota minima (1.600 metri) del piazzale degli alberghi e la massima (2.319 metri) del Passo di Valcervia, passerà dai Rifugi Montebello (Terrazza Salomon) e Dordona, che fungeranno anche da punti ristoro. La gara toccherà anche la Bocchetta dei Lupi (2.316 metri) dalla quale lo sguardo spazia sui Laghi del Porcile e il Passo di Tartano. Oltre al tracciato, di cui presto verranno annunciati tutti i dettagli, l’organizzazione si sta occupando di definire tutta una serie di servizi che sicuramente saranno apprezzati dai partecipanti. Tra questi anche la presenza di alcuni personaggi e atleti noti nel panorama della corsa in montagna e non solo… Le iscrizioni apriranno il primo maggio.

La dichiarazione di Mario Poletti sul percorso:

Il logo della gara

“Non conoscevo bene i sentieri sopra Foppolo e, quando Massimiliano mi ha parlato della sua idea di organizzare una gara trail, non sapevo bene cosa avrei dovuto aspettarmi. Così una mattina, insieme, siamo partiti alla volta del tracciato da lui pensato e disegnato. Ne sono rimasto entusiasta. Dopo un primo tratto dove si sale percorrendo in parte le piste da sci e arrivando fino al rifugio Montebello, il terreno si fa più impegnativo e i paesaggi spettacolari. A tratti tecnico, a tratti corribile, il tracciato è quello di una vera skyrace. Siamo abituati, a torto, ad associare Foppolo esclusivamente agli alberghi e alle piste da sci. Solo in pochi conoscono le bellissime zone della Val Cervia, della Val Madre e della Val Tartano. Questa gara permette di scoprire il lato più selvaggio di queste vallate, poco turistiche e selvagge”.