In questo articolo si parla di:

REI Co-op, l’azienda americana di attrezzature outdoor, ha reso pubblico il suo bilancio finanziario ed è emerso l’aumento delle vendite del 36% rispetto al 2020, per un totale di 3,7 miliardi di dollari

Nel 2020, le vendite erano scese a 2,75 miliardi di dollari, in calo dell’11,3% rispetto ai 3,1 miliardi di dollari del 2019. Questa situazione era dovuta alla chiusura dei negozi durante le prime fasi della pandemia. REI ha anche registrato un utile netto di 97,7 milioni di dollari nel 2021, rimbalzando da una perdita di 34,5 milioni nel 2020.

Il 2021 di REI in numeri

  • 3,7 miliardi di dollari in entrata, un aumento del 36% rispetto all’anno precedente.
  • Utile netto di 97,7 milioni di dollari.
  • Investimento di 128,9 milioni di dollari in compartecipazione agli utili, pensionamento e incentivi alle prestazioni dei dipendenti.
  • Distribuzione di più della metà dei profitti a membri, dipendenti e partner senza scopo di lucro.
  • Aggiunta di 1,4 milioni di nuovi membri.
  • Investimento di 30 milioni di dollari in 300 imprenditori che stanno ridimensionando le loro attività nel settore dell’outdoor.
  • Donazione di 7,1 milioni di dollari a più di 450 partner. 
  • Lancio della REI Cooperative Action Fund, che nella sua sovvenzione inaugurale ha investito oltre 1,4 milioni di dollari in 19 partner senza scopo di lucro.

“Il 2021 è stato un anno storico per noi”
Eric Artz, presidente e ceo REI

Re-supply

REI rende inoltre più accessibili gli acquisti sostenibili grazie al ri-uso, consentendo ai membri della cooperativa di scambiare e acquistare attrezzatura usata. L’acquisto di attrezzature usate anziché nuove ha diminuito le emissioni di carbonio del 50 percento. Nel 2021, REI ha registrato una crescita dei ricavi dell’86% per la sua attività riuso rispetto al 2020.

“Stiamo lavorando per creare il più grande mercato dell’usato di abbigliamento e attrezzatura per esterni di alta qualità”, ha affermato Ben Steele, chief customer officer di REI “Ci stiamo preparando a un futuro in cui attrezzature usate e noleggi costituiranno una parte significativa dell’attività della cooperativa. Stiamo pianificando di rendere attivo il nostro servizio in tutti i nostri negozi al dettaglio entro la metà dell’anno“.