In questo articolo si parla di:

Il Consiglio della Federazione Internazionale di Sci Alpinismo (ISMF) si è riunito in teleconferenza venerdì 4 marzo e, in conformità con la raccomandazione del Comitato esecutivo del CIO del 28 febbraio 2022 e in aggiunta alle misure attuate il 1° marzo 2022, ha deciso di non permettere la partecipazione di atleti e funzionari russi e bielorussi alle competizioni internazionali.

L’ISMF si unisce alle altre Federazioni e al Comitato Olimpico Internazionale nel condannare l’invasione  della Russia in Ucraina e la violazione della tregua olimpica da parte del governo russo, come indicato nella dichiarazione del CIO: “Il Comitato Olimpico Internazionale (CIO) condanna fermamente la violazione della tregua olimpica da parte del governo russo. La rispettiva risoluzione delle Nazioni Unite è stata adottata dall’Assemblea Generale delle Nazioni Unite il 2 dicembre 2021 per consenso di tutti i 193 Stati membri delle Nazioni Unite”.

L’ISMF si schiera saldamente al fianco del popolo ucraino e della comunità sportiva con piena solidarietà finalizzata al rapido ripristino della pace e della sicurezza per l’Ucraina.
La comunità Skimo è pronta ad assistere dove necessario a sostegno della Federazione Ucraina di scIalpinismo, così come dei rifugiati e degli atleti toccati da questa guerra.

Ph.© ISMF – Maurizio Torri