In questo articolo si parla di:

Brooks Running ha annunciato di aver messo a segno un fatturato record per il 2021, pari a 1,11 miliardi di dollari e a un aumento del 31% anno su anno, raggiungendo per la prima volta il miliardo di entrate annuali.

I guadagni si aggiungono a un aumento del 27% delle vendite nel 2020 nonostante i problemi all’interno della catena di approvvigionamento.

Questo risultato è arrivato grazie a un aumento della domanda di scarpe da running, che è continuata a crescere nell’ultimo anno, tanto da portare il brand a vendere il 25% in più di scarpe a livello globale rispetto all’anno precedente.

“Brooks ha avuto un anno record”, ha affermato Jim Weber, ceo del brand. “Il superamento della soglia di un miliardo di dollari è particolarmente gratificante, in quanto riflette il risultato di 20 anni di attenzione e impegno da parte del nostro team globale per ispirare e servire i runner meglio di qualsiasi altro marchio. Entriamo nel 2022 con una forte domanda dei nostri prodotti in tutti i canali di vendita al dettaglio, come unico brand ancorato esclusivamente al running. Sono ottimista e penso che il meglio debba ancora venire, sia per la comunità dei runner che per Brooks”.

Stati Uniti

Le vendite in generale delle scarpe da running sono aumentate del 20% . Il motivo, secondo The NPD Group, risiede nel cambio di stile di vita che la popolazione ha intrapreso per reagire al periodo pandemico.

Sempre secondo i dati di NPD, Brooks si è inserita in questa realtà come marchio leader specializzato nel canale “specialità atletiche e articoli sportivi” (ASSG), dove il brand ha guadagnato quota di mercato diventando numero uno nel settore, con una + 28% in dollari nel 2021 e un aumento anno su anno di 4 punti percentuali.

Nei canali di vendita al dettaglio, sempre negli Stati Uniti, il brand si posiziona sul secondo gradino del podio per le vendite, con una quota del 19% in dollari, guadagnando 2 punti percentuali su base annua.

EMEA

Per il mercato EMEA (Europa, Medio Oriente e Africa) invece il fatturato è cresciuto del 25% anno su anno. Lo slancio si è verificato in tutti i Paesi e canali di distribuzione, inclusi vendita al dettaglio degli specialisti, dei generici e direttamente sul sito di Brooks Running. Un risultato questo che sottolinea la crescente domanda del marchio in tutta la regione.

Il fatturato globale è raddoppiato dal 2017, nonostante il periodo difficile degli ultimi due anni. Le interruzioni della catena di approvvigionamento legate alla pandemia hanno influito in modo significativo sulle operazioni commerciali globali, con la chiusura obbligatoria degli stabilimenti che ha portato a sospensioni della produzione e inefficienze nello sviluppo dei prodotti. Brooks ha superato la sfida dando priorità alla qualità del prodotto, al servizio e alla comunicazione tempestiva con i propri partner e clienti.

In un contesto di crescente partecipazione globale a questo sport, l’azienda ha affermato che intende “continuare a investire nelle risorse umane e scientifiche,  sfruttando tecnologie proprie e creando prodotti che si connettano emotivamente con clienti che cercano i migliori prodotti disponibili sul mercato”. Il brand ha infine affermato che continuerà a collaborare con “i migliori rivenditori specializzati con struttura di distribuzione multicanale unita a una strategia di coinvolgimento, per intercettare i consumatori quando fanno acquisti”.