In questo articolo si parla di:

“Oggi è una giornata che rimarrà impressa nella storia della FASI, una notizia che arriva a coronamento di tutto l’impegno e la passione profusa in questi anni dal direttivo federale che ho avuto la fortuna di guidare fino a qui: siamo Federazione! E ora, dopo l’euforia del momento, siamo consapevoli di non essere giunti a nient’altro che a un nuovo punto di inizio dal quale proseguire con maggiori energie e risorse per costruire un futuro migliore per i nostri atleti, i nostri tesserati, le nostre società e il nostro sport”.

Con queste parole Davide Battistella, presidente FASI, ha commentato la notizia – giunta al termine della X riunione del consiglio nazionale CONI – che ha sancito il passaggio ufficiale a FSN della Federazione Arrampicata Sportiva Italiana.

Un importante traguardo che il presidente del CONI, Giovanni Malagò, ha commentato così: “Da quando sono presidente CONI non c’è mai stato un riconoscimento di questo tipo, ed era obbligatorio e doveroso, dopo la consacrazione all’interno del programma olimpico di uno sport dove l’Italia sta andando davvero molto bene, arrivare a questo momento. È dunque un grande onore far entrare a far parte del mondo delle FSN e dare il benvenuto al tavolo dei presidenti del consiglio nazionale a Davide Battistella, presidente della Federazione Arrampicata Sportiva Italiana”.

Davide Battistella ha infine aggiunto: “Dopo le Olimpiadi di Tokyo abbiamo realizzato che, nonostante l’immenso e appassionato lavoro iniziato con la mia nomina nel 2019, non sarebbe stato possibile mettere in condizione la FASI di raggiungere una medaglia Olimpica e una crescita strutturata del movimento che vanta oltre 42.000 tesserati e quasi mezzo milione di praticanti in tutta Italia tra indoor e outdoor. È stato quindi fondamentale il lavoro degli ultimi mesi in continuo confronto con il comitato olimpico nazionale nella persona di Giovanni, al quale abbiamo esposto con forza e chiarezza il nostro progetto e la nostra visione federale fino a Los Angeles 2028 passando da Parigi 2024 . Questo riconoscimento a FSN ci permetterà di perseguire questa visione già da domani, quando saremo di nuovo subito a lavoro per sfruttare al meglio questo importante traguardo”.