Vi abbiamo già parlato ampiamente del progetto Ice Memory per la raccolta e salvaguardia della “memoria dei ghiacci”, supportato da AKU e capeggiato dal professor Carlo Barbante, direttore dell’Istituto di Scienze Polari presso il CNR e ordinario presso l’Università Ca’ Foscari di Venezia. Dal novembre scorso è però iniziata per il professor Barbante una nuova missione con destinazione la base internazionale Concordia in Antartide, dove assieme a un pool di ricercatori italiani e francesi lavorerà per circa due mesi ad attività di analisi su campioni di ghiaccio polare prelevati dal “cantiere” LITTLE DOME C. L’obiettivo della missione denominata Beyond Epica, della quale Barbante è coordinatore, risulta grandioso: ricostruire la storia climatica del pianeta nel corso dell’ultimo milione e mezzo di anni. Anche in questa missione, AKU, sarà al suo fianco. Perché per immaginare il futuro è sempre importante conoscere il passato; è per questo che Barbante e gli altri ricercatori stanno dedicando tutta la loro esperienza nel ricostruire i vari passaggi che hanno determinato l’evoluzione del clima sulla terra, anche con il fine di metterci in guardia sui molti danni causati dall’azione dell’uomo sull’ecosistema terrestre nei soli ultimi 200 anni, al punto da alterare gli equilibri fondamentali sui quali si regge l’esistenza stessa della vita sul nostro pianeta.

Il racconto della missione è documentato attraverso un sito ed un blog gestiti dallo stesso Barbante, a cui faranno da eco nelle prossime settimane un ampio spazio di informazione sui canali di comunicazione gestiti da AKU e, naturalmente, la nostra rivista.

Per maggiori info clicca la news pubblicata sul sito di AKU.

Visita il sito di Barbante per conoscere tutti gli aggiornamenti che noi stessi riprenderemo sul nostro magazine.