In questo articolo si parla di:

Sono 11 gli imprenditori italiani – alla guida di aziende con un fatturato di almeno 25 milioni di euro – che hanno visto riconoscere il proprio impegno con l’ottenimento del prestigioso Premio EY l’imprenditore dell’Anno, giunto alla sua 24° edizione, svoltasi con il supporto di Banca Akros (Gruppo Banco BPM), Board International e P101.

Tutte personalità che sono state in grado di creare valore, con spirito innovativo e visione strategica, contribuendo alla crescita dell’economia, dimostrando coraggio, innovazione e trasformazione in un momento senza precedenti.

Tra questi nomi anche quello di Lorenzo Delladio, ceo di La Sportiva, che si aggiudica il Premio Consumer&Retail per la lungimiranza che lo ha portato a trasformare un piccolo laboratorio artigianale in un marchio globale, che coniuga altissime performance e prestazioni con il design e lo stile italiano.

Questo riconoscimento vuole dunque premiare il settore delle micro, piccole e medie imprese (PMI) che contribuisce al 76% dell’occupazione e al 64% del valore aggiunto del Paese. L’impatto del Covid-19 è stato in parte attutito dal supporto delle misure di policy adottate (oltre il 50% delle piccole medie imprese ha potuto accedere a sostegni governativi a disposizione), ma le PMI devono essere pronte ad affrontare le sfide del futuro cogliendo le opportunità di crescita.

“In un momento di grande trasformazione come quello che stiamo vivendo, siamo orgogliosi di premiare e sostenere l’imprenditoria italiana che, con coraggio, resilienza e innovazione, è riuscita ad anticipare i grandi cambiamenti, influire sulla velocità dei processi di trasformazione mettendo al centro nuovi valori. È un momento unico per il nostro Paese in cui anche le stime di crescita sono riviste al rialzo e stimiamo un aumento del PIL del +6,4% per il 2021, confermando una forte dinamica della domanda interna. Abbiamo ora l’opportunità unica di accelerare questa trasformazione e di disegnare un nuovo futuro per il Paese, le aziende e le persone grazie ad una crescita strutturale e sostenibile”, ha dichiarato Massimo Antonelli, ceo di EY in Italia e coo di EY Europe West.

I protagonisti del Premio EY

A Elisabetta Franchi, amministratore unico di Betty Blue S.p.A., va il riconoscimento più importante: decretata vincitrice nazionale della 24°edizione del Premio EY L’Imprenditore dell’Anno per il proprio coraggio, tenacia e costante impegno per un brand all’insegna della qualità, artigianalità e di fama internazionale.

Nicola Drago di De Agostini Publishing S.p.A. è invece il vincitore Family Business per il coraggio, l’intraprendenza e la visione strategica dimostrate nella conduzione di un business di lunga tradizione familiare, invertendone la rotta all’interno di un mercato in difficoltà attraverso innovazione di prodotto e processo.

A seguire tutti gli altri vincitori:

  • Salvatore Casillo di Pastificio Liguori S.p.A. per Food&Beverage
  • Massimo Galassini di USCO S.p.A. per Manufacturing&Automotive
  • Francesco Pizzocaro di P & R Group per Health&Pharma
  • Lorenzo Delladio di La Sportiva S.p.A. per Consumer&Retail
  • Roberto Panfili di Portobello S.p.A. per Sustainability
  • Giorgio Marsiaj di Sabel S.p.A. per Premio Speciale EY
  • Giovanni Fiengo di Kineton S.r.l. per Premio Start up
  • Fabio Porcellini di Natlive S.r.l. per Premio Speciale EY Start up
  • Paolo Barletta di Arsenale S.p.A. per Premio progetto innovativo di promozione del Made in Italy

La Sportiva

La Sportiva è un’azienda trentina tra i leader mondiali nella produzione di scarpette d’arrampicata e di scarponi per l’alta montagna. Da piccolo laboratorio artigianale a marchio globale attraverso tre generazioni, La Sportiva dimostra di essere un’azienda innovatrice che ha cambiato, con i suoi prodotti, il modo di andare in montagna, grazie a un’offerta completa che si struttura su linee di abbigliamento e calzature sia tecniche che per il tempo libero.

La giuria

La giuria che ha consegnato i premi è stata presieduta da Guido Corbetta, professore all’Università Bocconi di Milano, e composta da:

  • Alberto Baban, imprenditore
  • Paolo Boccardelli, direttore di LUISS Business School
  • Laura Colnaghi Calissoni, presidente e amministratore delegato del Gruppo Carvico
  • Monica Mandelli, managing director in KKR & Co. a New York
  • Marco Nocivelli, presidente e amministratore delegato Gruppo Epta
  • Cristina Scocchia, amministratore delegato di Illy caffè
  • Paolo Scudieri, amministratore delegato di Adler Plastic S.p.A.
  • Nunzio Tartaglia, responsabile CDP Imprese.

Ph. © Premio EY