In questo articolo si parla di:

Un scarpone da skialp di nuova generazione: è il Vanguard firmato La Sportiva. Pensato per touring e free-touring si rivolge a coloro che sono attenti tanto alle prestazioni in salita quanto alla trasmissione della potenza in discesa.

Il brand della Val di Fiemme risponde alle esigenze di tutti quegli appassionati che cercano una soluzione confortevole, facile da usare ma che allo stesso tempo assicuri stabilità e sicurezza per la discesa unite a leggerezza per la salita. Tutte caratteristiche che il reparto ricerca e sviluppo dell’azienda è riuscito a racchiudere all’interno del Vanguard.

La Sportiva dunque propone uno scarpone che consenta agli skialper di esprimersi al meglio nella ricerca della powder, della neve polverosa e delle discese più tecniche e divertenti.

Caratteristiche

Estremamente leggero e con un’ampia escursione di movimento, Vanguard vanta un design innovativo; presenta una particolare costruzione del gambale che, grazie a solidità e reattività, è in grado di offrire prestazioni in discesa al pari di scarponi pensati per free-ride e sci alpino.

È proprio il gambale, con chiusura asimmetrica V-Shape il cuore di Vanguard, ideato per essere indossato con estrema facilità grazie all’apertura di tutti i ganci frontali e messo in modalità walk: ad accogliere lo scialpinista vi sarà un ampio volume di calzata e una modalità di chiusura dei gambetti estremamente semplice, che porterà automaticamente in sede anche la linguetta anteriore. Scarpetta interna in Ultralon e suola Vibram V-Lug, ad alta durabilità, completano un prodotto all’avanguardia, come dice il nome.

Le materie plastiche si combinano alle fibre di carbonio e vetro: in Pebax Bio Based Rnew 1100, un materiale bio-compatibile, ogni componente costruttivo di questo innovativo scarpone da skialp permette una perfetta trasmissione di precisione e potenza allo sci, combinata ad una elevata resistenza all’usura.

Nasce proprio da tutte queste caratteristiche il claim pensato per accompagnare questo scarpone, che unisce la voglia di futuro, dopo un inverno così particolare come quello vissuto nell’ultimo anno caratterizzato della presenza della pandemia, e la voglia di libertà, “freedom” che poi, è l’essenza del free-touring. Vanguard: Free the Future.