In questo articolo si parla di:

C’è un appuntamento irrinunciabile che da 10 anni racconta la storia e la tradizione dello sci di fondo, italiano e non. Si chiama Marcialonga Story ed è il preludio dell’iconica competizione che si snoda tra la Val di Fiemme e la Val di Fassa.

Le iscrizioni saranno aperte il prossimo venerdì 29 ottobre, a poco più di tre mesi dal via, fissato per il 29 gennaio. Nata nel 2013 come ‘limited edition’ per festeggiare il quarantennale della storica granfondo invernale, oggi la manifestazione è diventata un momento iconico per tanti nostalgici, per comuni fondisti ed è stata fin da subito caccia a sci, attrezzatura e abbigliamento d’epoca, costituendo addirittura un registro per sci storici.

Se non si conosce la storia non si conosce il presente e non s’impara nemmeno dal passato. Ebbene, per comprendere i progressi di una disciplina sportiva bisogna anche capire da dove questa sia partita, e la Marcialonga è di sicuro un caposaldo.

Nel 2022 la ‘Story’ spegnerà le dieci candeline e per l’occasione il comitato organizzatore della Marcialonga riserverà alcune sorprese: il mondo degli sci stretti vivrà un vero e proprio tuffo nel passato, con i volti increduli degli spettatori ad assistere alle imprese di sciatori con sci in legno, scarpe di cuoio con puntale quadrato e racchette di bambù, rigorosamente ante 1976.

La quota di iscrizione è di 30€ (fino al 31 dicembre) e comprende pettorale, cartellino da timbrare lungo il percorso, diploma, gadget, trasporto indumenti, ristori, bus navetta dopo l’arrivo, mentre l’ultimo mese la quota subirà un aumento. Uno sconto di 5 euro sarà applicato agli iscritti ad uno degli altri eventi targati Marcialonga e agli over 60.

Per tutti coloro che intendono partecipare ma non riescono a trovare l’attrezzatura “vintage” è attivo un servizio noleggio su prenotazione, ovviamente a seconda della disponibilità. Anche per il 2022 è aperta l’iscrizione al registro degli sci d’epoca, la preziosa raccolta delle attrezzature originali certificate da appositi esperti che attualmente raccoglie oltre 700 esemplari.

Il programma della Marcialonga Story vedrà la partenza dei ‘nostalgici’ dallo Stadio del Fondo di Lago di Tesero, location delle Olimpiadi 2026, alla volta di una suggestiva sfilata di 11 chilometri che terminerà nel cuore di Predazzo lungo il viale principale, dove i concorrenti, accolti calorosamente dal pubblico trentino, saranno festeggiati e premiati non per il tempo impiegato, ma per la qualità dei materiali e dell’abbigliamento.

Chi desidera partecipare troverà tutte le informazioni on-line sul sito www.marcialonga.it