In questo articolo si parla di:

Nato nel 2006 con l’obiettivo di rappresentare le principali aziende italiane specializzate nella produzione, importazione e distribuzione di abbigliamento, calzatura e attrezzatura per gli sport outdoor e di montagna, l’Italian Outdoor Group è entrato a far parte di Assosport nel 2018. Questa unione ha segnato un importante passo avanti visto che in passato a prevalere in Italia sono state logiche individualistiche. Ma c’è ancora tanto lavoro da fare sia per allargare la platea dei membri dell’Italian Outdoor Group di Assosport (a oggi circa una cinquantina) sia per motivare a dovere le aziende già associate.

Nell’ultimo periodo poi, il bisogno di unirsi si è manifestato ancor di più, complice anche la pandemia e le sue eredità più o meno positive. Lo ha dimostrato il nostro evento di Riva del Garda, gli Outdoor e Running Business Days. Durante la settima edizione, in scena il 12-13 settembre scorsi, si è respirato davvero un sano spirito di gruppo. In particolare proprio tra le aziende associate IOG. Lasciate da parte per due giorni le barriere della concorrenza, hanno trovato spazio il confronto, il reciproco scambio di informazioni, la creazione di nuove connessioni e il consolidamento di quelle già esistenti, tra aziende, negozi e operatori in generale. Punto di incontro per tutte le realtà presenti è stata la Piazza IOG che, nel concreto, ha esplicitato quella che è la sua missione: creare una squadra vera, coesa e motivata.

“Al momento le aziende sono appena più di 40, ma vorremmo aumentassero ancora: vogliamo far crescere un gran numero di addetti, distributori e produttori intorno a noi, vogliamo comunicare di più e farlo insieme. È certo che ognuno di noi è forte singolarmente, ma insieme possiamo raggiungere obiettivi ancora più grandi. IOG deve essere la casa di tutti, di grandi e piccole aziende produttrici e distributrici, con cui affrontare congiuntamente i problemi. Più folto, compatto e omogeneo è il gruppo e meglio riusciremo a esprimere quello che dovrebbe essere il mondo outdoor”, queste le parole del presidente Günther Acherer.

Giocare da soli o giocare in squadra fa la differenza.
IOG

Tra i progetti già avviati e futuri anche un piano di comunicazione sulle attività del gruppo e più in generale per promuovere nel modo più giusto la cultura dell’outdoor, considerando anche la sensibile crescita negli ultimi mesi della platea dei praticanti. Perché se il mercato cresce, cresce per tutti.

NEW ENTRY

Proprio a Riva Del Garda due aziende hanno potuto confrontarsi con i rappresentanti di IOG per poi decidere di entrare a farne parte come membri. Stiamo parlando di Great Escapes e Adventures Lab, due brand made in Italy.

Entrare a far parte della squadra dell’Italian Outdoor Group di Assosport è una grande opportunità per un’azienda, perché tutte insieme possono fare sentire la voce di un comparto che rappresenta una delle forze economiche più competitive del Paese, che deve essere valorizzato e tutelato. E per cambiare rotta bisogna coinvolgere tutti brand del settore, convinti che lo scambio di opinioni sia un aiuto in tal senso.

Great Escapes

Il marchio affonda le sue radici ai piedi delle Grigne e, dal 1989, si distingue per la produzione di abbigliamento sportivo con una linea completa di capi tecnici per tutte le attività outdoor. La costante ricerca e il continuo sviluppo gli hanno permesso di restare costantemente al passo con i tempi, perfezionando la produzione dei propri capi con una particolare attenzione all’ambiente.

Per noi è importante trovare il miglior modo di creare capi d’abbigliamento che abbiano un’alta resistenza agli stimoli – e quindi un’elevata qualità – ma senza rinunciare alla componente sostenibile e alla sicurezza degli utilizzatori e dei lavoratori coinvolti. Per questo i nostri articoli sono sottoposti a test continui che ci permettono di ottenere una linea di abbigliamento affidabile, qualitativa e veritiera”, questa la missione del brand lecchese.

“Sono convinto che associarsi all’Italian Outdoor Group sia corretto ed estremamente vantaggioso perché significa poter condividere situazioni sia positive – come il fatto che il mercato dell’outdoor si stia sempre più affermando, diventando uno dei più forti – ma soprattutto quelle negative come il momento di difficoltà attuale causato dalla pandemia e dalle conseguenze che essa si porta dietro. Da questo nuovo rapporto mi aspetto che il continuo confronto professionale, e senza dubbio proficuo, da parte di tutti i membri ci porti al raggiungimento degli obiettivi che come Gruppo ci siamo prefissati”, così commenta Arturo Milani, proprietario di Great Escapes.

Adventures Lab

È l’attenzione al mondo della piuma a rendere, dal 1977, Adventures Lab uno dei punti di riferimento nella progettazione e produzione di abbigliamento outdoor. Il know-how accumulato in oltre quarant’anni di lavoro, e tre generazioni, fa che siano state messe a punto soluzioni innovative e tecniche che soddisfino le esigenze degli utenti.

“I processi creativi e produttivi avvengono tutti all’interno dell’azienda, questo garantisce il controllo minuzioso di ogni passaggio e il risultato ottenuto sono capi unici e curati nei minimi dettagli. Siamo fieri e orgogliosi di portare avanti l’eccellenza del made in Italy, della tradizione artigianale italiana provando ogni giorno a migliorarci. Adventure Lab è il frutto di questi 44 anni di passione per ciò che facciamo”, dichiara l’azienda.

Matteo Bianchi, ceo di Bianchi 16, ha commentato: “Siamo entrati in contatto con Assosport e IOG a Riva del Garda durante gli Outdoor & Running Business Days. Fino a quel momento conoscevamo le associazioni solo per nome. In fiera ci hanno illustrato tutte le loro iniziative e le opportunità verso gli associati che ci hanno molto colpito. La scelta di diventare uno dei membri quindi è data dal fatto che riteniamo importante e vantaggioso, soprattutto al giorno d’oggi, far parte di una “comunità” in cui si possa condividere, imparare, fare formazione e, perché no, anche fare business. Le nostre aspettative quindi, essendo noi una realtà appena nata, sono di poter far parte di questa associazione attivamente, sfruttando le opportunità che offre e cercando di apprendere nuove cose, anche per poter crescere; ritengo che avere la possibilità di condivisione, confronto e scambio di opinioni ed esperienze tra realtà simili sia molto importante”.