In questo articolo si parla di:

Per presentare una giacca unica è necessario un evento speciale. Ed è quello che accadrà lunedì 18 ottobre 2021, alle ore 19, presso Cà del Garda (TN): si tratta di un “evento di solidarietà” per presentare la Sashiko Jacket, un capo nato dall’idea dell’archistar Kengo Kuma e Montura.

All’incontro sarà presente anche il professor David Bellatalla, antropologo dell’Università di Ulan Bator e promotore del progetto “Una ger per tutti”, che racconterà il percorso fatto fino a oggi e le iniziative di sviluppo della “Ger Camp”, il villaggio di tende nomadi che ospita madri con figli disabili.

La giacca è prenotabile dal 23 luglio al 1° novembre 2021 sul sito dedicato (qui il link), effettuando una donazione di 100 euro a Need You Onlus, tramite bonifico bancario, conto PayPal o carta di credito. Dopo la prima donazione sarà inviato in omaggio il libro “Il Grande Viaggio”, scritto da David Bellatalla e Stefano Rosati. A partire dal 1° sino al 22 novembre, arriverà poi la richiesta di completamento della donazione di 730 euro, che permetterà di ricevere la giacca entro marzo 2022, il tempo che servirà a Montura per realizzare questa vera e propria opera unica nel suo genere.

Il Maestro Mario Brunello indossa in esclusiva la Montura Sashiko (Credits photo © Carlo Baroni)

La “Sashiko Jacket”

L’incontro tra l’archistar Kengo Kuma e Montura, avvenuto nel 2018 presso Arte Sella in occasione dell’inaugurazione della scultura “Kodama” (Spirito del Bosco), ha portato a immaginare una sinergia per legare valori come eccellenza, innovazione e qualità a un’iniziativa di carattere sociale. Da qui l’idea di concepire una giacca speciale nell’anno delle Olimpiadi di Tokyo, di cui Kuma è desiger del nuovo stadio.

Un capo esclusivo “firmato” dal Maestro giapponese, disponibile solo in 83 copie per il mercato europeo e altrettante 83 copie destinate al mercato asiatico. Un numero non casuale, che si compone delle cifre otto e tre, due fra le più importanti in Giappone nonché in Oriente. Il Paese del Sol Levante ha infatti otto milioni di Kami (Dei) e il numero (Ha o Hachi) è segno di apertura, pluralità: le cose belle accadono ma serve tempo. Otto indica una quantità immensa, non definibile e addirittura indica il Giappone stesso, perché costituito da un’innumerevole quantità di isole e infatti, ruotato, il numero evoca il simbolo dell’infinito. Il tre (San) evoca invece i tesori del buddismo (Budda, i Sutra e la Vita Monacale); richiama eventi positivi (sandome no shoujiki = la terza volta è quella buona); per Confucio, dato che l’influenza cinese è nota sulla filosofia giapponese, la cifra rappresenta le tipologie di amici (onesti, sinceri e ben informati).

A questo progetto hanno collaborato attivamente anche Arte Sella, nella figura del presidente Giacomo Bianchi e del direttore artistico Emanuele Montibeller, oltre al professore Marco Imperadori del Politecnico di Milano. L’idea di fondo è trasmettere un messaggio di unione e solidarietà visto lo scopo con cui nasce la giacca.

Di qui il diretto riferimento sia alla tecnica del “Sashiko”, la micro-trapuntatura, tipica proprio delle regioni giapponesi, che al Tohoku, cara ai contadini che, con pochissime risorse e usando materiale di scarto, riuscivano a confezionare abiti bellissimi ed estremamente dignitosi con nulla. Ogni singolo componente è stato studiato con grande cura e dedizione in maniera artigianale, sfruttando le migliori tecniche di confezionatura e le soluzioni ergonomiche caratteristiche di Montura.

Attraverso rigorosi test di laboratorio sono state selezionate materie prime di altissima qualità, uniche nel loro genere. Tra i partner ci sono infatti aziende italiane leader nel proprio settore: Albini1876, Taroni, Imbotex Lab, Fabbrica Bottoni Fratelli Bonfanti, Tintess Spa e Quickdry Frame.

Caratteristiche

Elegante e sportiva: questa l’essenza della giacca unisex firmata da Kengo Kuma, in grado di esaltare i materiali made in Italy e lo stile tecnico del brand, indossabile sia in situazioni informali che in eventi più definiti.

  • realizzata in 100% cotone organico Biofusion di Albini1876;
  • bottoni in pregiato legno di ulivo color Naturale di Fabbrica Bottoni Fratelli Bonfanti;
  • speciale imbottitura in fibra di cammello e poliestere riciclato creata da Imbotex Lab;
  • pregiati inserti in seta di Taroni compongono i dettagli esterni della giacca e le parti interne della fodera;
  • sfrutta il trattamento idrorepellente DWR PFC Free di Tintess SpA;
  • dotata della tecnologia Quickdry Frame (Patent Pending), capace di convogliare l’umidità prodotta dal corpo attraverso un circuito idrofilo applicato all’interno del capo.