In questo articolo si parla di:

Segnate la data sulle vostre agende: il 1° ottobre, a partire dalle ore 10, sarà di nuovo possibile iscriversi al Valtellina Wine Trail ed entrare così in possesso di uno dei 1.000 pettorali messi a disposizione dall’organizzazione.

Le iscrizioni erano già state aperte il 1° luglio, quando erano stati messi a disposizione 1.500 pettorali suddivisi sulle classiche tre distanze (12 km, 21 km, 42 km). Una turnata che ha visto esaurirsi i posti a disposizione in un’ora, segnale della voglia di tornare a fare gare, ma soprattutto la conferma del grande interesse nei confronti dell’evento.

Per questo motivo, la data di riapertura delle iscrizioni era tanto attesa con la consapevolezza di poter ancora provare a partecipare alla gara che, il 20 novembre, porterà tutti gli atleti alla scoperta del territorio (e delle cantine) della Valtellina.

La possibilità di iscrizione sarà così suddivisa:

  • 300 pettorali per la 12 km non competitiva Sassella Trail: partenza da Castione Andevenno alle ore 10 e arrivo a Sondrio;
  • 500 pettorali per la 21 km, Valtellina Half Wine Trail: partenza da Chiuro alle ore 12 e arrivo a Sondrio;
  • 200 pettorali per la Valtellina Wine Trail di 42 km: partenza da Tirano alle ore 11 e arrivo a Sondrio.

Giunta alla sua ottava edizione, la gara che si sviluppa su tre diversi itinerari, prevede il medesimo arrivo per tutte le competizioni: piazza Garibaldi di Sondrio. Tassativo il ritiro del pettorale durante tutta la giornata venerdì, dato che non sarà più possibile ritirarlo sabato come in passato. Venerdì e sabato sarà presente anche un Expo con le aziende tecniche di settore.

Attesi 2500 atleti provenienti dall’Italia ma anche da molti Paesi stranieri, dove l’eco del successo della kermesse Valtellinese inizia ad arrivare sempre più forte grazie anche al richiamo dei protagonisti della valle, ovvero il vino Nebbiolo e le storiche cantine attraversate (ben 12).

Non mancherà il momento di degustazione vero e proprio, che quest’anno vedrà il suo coronamento in un pranzo/cena finale a base del piatto tipico della Valtellina, i pizzoccheri, accompagnati anche dalla bresaola, rappresentata dall’azienda Rigamonti, main sponsor della manifestazione assieme al nuovo sponsor tecnico SCARPA.