In questo articolo si parla di:

Rupe Magna e Marco De Gasperi hanno messo in pista una nuova gara trail che verrà provata da 15 tester, tra professionisti e amatori, domenica 8 agosto. 67 km e 4.200 metri d+, nella splendida cornice della Valgrosina da cui la gara prende, per l’appunto, il nome.

Uno spettacolare tour che andrà a toccare scorci di rara bellezza quali Cigoz, Redasco, Eita, Passo Vermulera, Val di Sacco, Biancadino e Diga Vecchia, prima di ritornare al punto di partenza nel centro di Grosio.

Tra i tester anche alcuni ambassador SCARPA, che avranno l’onere e l’onore di provare e giudicare un circuito che si preannuncia a dir poco suggestivo. Obiettivo dichiarato stabilire i vari tempi di percorrenza e i successivi cancelli orari per una prima edizione presumibilmente fissata per luglio 2022.

“Chi ama camminare in montagna sa che la Valgrosina è un posto magico, incontaminato e di rara bellezza”, ha dichiarato Marco De Gasperi impegnato nella insolita veste di consulente tecnico. “Per questo, nonostante il calendario podistico estivo sia ormai super pieno di eventi, ho dato la mia disponibilità a collaborare con i volontari della Rupe Magna. Sono convinto che in quella zona possa nascere una ultra davvero spettacolare, che lascerà a bocca aperta non solo chi arriverà da fuori provincia ma anche chi in Valtellina corre tutto l’anno”.

Alle parole del sei volte iridato della corsa in montagna hanno fatto eco quelle del presidente della Rupe Magna Pietro Martino Pini: “La manifestazione nasce principalmente per promuovere il nostro territorio. La gara si svolgerà in Valgrosina, una zona ricca di laghetti alpini, cascate e scorci mozzafiato. L’edizione zero ci servirà soprattutto per valutare ogni dettaglio tecnico di una ultra che si preannuncia spettacolare. La nostra idea è di non lasciare nulla al caso. Testeremo tracciato e aspetti logistici, raccoglieremo feedback, produrremo video e immagini per promuoverla nel migliore dei modi. L’obiettivo è farsi trovare pronti con tanto di sito internet dedicato per luglio 2022. L’itinerario che abbiamo pensato avrà uno sviluppo di 67 km con un dislivello positivo di 4.200 metri. Abbiamo già identificato anche un percorso alternativo da 30 km che proporremo in caso di brutto tempo; un piano B che speriamo di non dovere mai usare”. 

(Credits photo © Maurizio Torri)