In questo articolo si parla di:

Dopo il rinvio dello scorso anno causa Covid, la Stelvio Marathon prende sempre più forma e si prepara per la sua 4ª edizione, in programma il prossimo 24 luglio nella splendida cornice di Prato allo Stelvio (BZ).

Sarà proprio questa la sede di partenza della mezza maratona con scalata allo storico Passo dello Stelvio, mentre per quest’anno il traguardo è stato spostato ancora più su, passando dai 2.758 metri del 2019 ai 2.843 metri di Cima Garibaldi. Come al solito si correrà nella parte inferiore e poi si rimarrà sul sentiero nella parte alta, senza scendere ai tornanti della strada dello Stelvio. Un percorso rivisto e modificato appositamente per rendere ancor più affascinante l’ascesa alla vetta.

Intensità, costanza, coraggio e capacità di gestire lo sforzo saranno armi fondamentali per arrivare in fondo ai 21 km di tracciato e 2.100 metri di dislivello, cifre che testimoniano la caratura di uno sforzo non adatto a tutti. Ma proprio per coloro che riusciranno a portare a termine la gara è prevista una medaglia in legno a ricordo del compimento dell’impresa.

Fatica e sacrificio che non tarderanno ad arrivare, con le gambe degli atleti che inizieranno a bruciare fin dalla prima parte di gara. Ma chi riuscirà a tener duro e a tagliare il traguardo sarà ripagato dalla vista sull’Ortles e sui ghiacciai del Parco Nazionale dello Stelvio, nonché dagli incantevoli e suggestivi scorci sulle montagne, per emozioni e sentimenti impagabili. Un bell’appuntamento dunque non solo dal punto di vista agonistico, ma anche paesaggistico.

Al momento sono circa 300 gli atleti partecipanti alla Stelvio Marathon 2021, con le iscrizioni ancora aperte fino al prossimo 18 luglio. Tra gli aderenti spicca il nome di Andrea Zambelli, vincitore dell’edizione 2018 della 100 Km del Passatore e atleta della nazionale italiana della 100 km, che proverà a cimentarsi su una distanza più corta rispetto alle sue caratteristiche da granfondista.