In questo articolo si parla di:

Salewa propone Alpine Climbing, una linea di prodotti pensati appositamente per i moderni frequentatori delle cime, che raggiungono la vetta mixando lo stile dell’alpinismo classico con le più moderne tecnologie.

La nuova collezione proposta dall’azienda altoatesina per la SS 22 sembra un elogio all’alpinismo. A quello classico, nato e sviluppatosi proprio nelle Dolomiti nell’epoca che precede la Prima Guerra Mondiale e che profuma di esplorazione e scoperta, e a quello moderno, che affonda le sue radici nel primo. I principi cardine dell’arrampicata alpina sono gli stessi da sempre: la protezione della via, la valutazione dei rischi oggettivi e la piena coscienza delle proprie capacità.

In fatto di attrezzatura, il motto di molti alpinisti è: “Tutto quello che serve e il meno possibile”. E quando si porta con sé il minimo indispensabile, bisogna poter contare sulla durevolezza e il buon funzionamento di ogni singolo elemento. Partendo da questo principio Salewa ha completamente rinnovato la sua collezione da arrampicata alpina Agner, collaborando attivamente con atleti e guide alpine.

Tra i nuovi articoli, tre in particolare meritano una presentazione dettagliata.

Wildfire 2

È dotata del Salewa Switchfit System che fa avanzare il piede verso il puntale, trasformandola in una calzatura da arrampicata, adatta alle vie più facili su roccia.

Scarpa da approccio con rinforzi che avvolgono il suo perimetro, proteggendo le dita dei piedi e la tomaia dal contatto con roccia e ghiaione. La suola Pomoca, assicura un grip perfetto su terreni tecnici e misti, mentre lo speciale puntalino nella parte frontale offre un miglior controllo per i passi di arrampicata più semplice. Perfetta anche per le vie ferrate.

Altissimi standard di sostenibilità

La tomaia e la fodera in mesh sono realizzate con materiali riciclati al 100% e l’intera scarpa è prodotta secondo rigorosi standard chimici, senza PFC e in condizioni di lavoro eque. La produzione sostenibile e i cicli di vita lunghi degli articoli sono tematiche che stanno particolarmente a cuore all’impresa familiare altoatesina, che ha quindi stabilito nuove linee guida più rigide rispetto ai requisiti di legge. Gli articoli che soddisfano questi elevati standard ambientali sono contrassegnati con l’etichetta Salewa Committed.

William Starka

“Rispetto alla vecchia Wildfire le linee sono più semplici, pulite ed eleganti. È stata eliminata tutta la componente plastica. sostituita con del kevlar, un filo unico che gira attorno alla scarpa, rendendola stabile e resistente. Look rinnovato e design unico”, ha commentato William Starka, senior product manager footwear ed equipment.

 

 

Agner Durastretch Anorak

Studiata per facilitare la vita ai climber nelle lunghe giornate di arrampicata. Segue i movimenti del corpo senza limitarli: le maniche ergonomiche in Durastretch 4-way garantiscono un’elevata elasticità. Non solo, questo tessuto a trama fitta è anche molto resistente al vento e aiuta a compensare l’escursione termica, caratteristiche fondamentali quando si trascorre un’intera giornata in parete.

LA CHICCA /
la spaziosa tasca interna in rete permette di tenere le scarpe da arrampicata al caldo durante le soste, proteggendo così la suola e mantenendo il miglior grip per quando l’arrampicata si fa seria

COLORAZIONI /
tutta la collezione è caratterizzata da colori accesi per una maggiore visibilità e sicurezza

Piuma 3.0

Progettato per non ostruire il campo visivo e lasciare una completa libertà di movimento. Pesa solo 175 grammi: davvero pochi. Il nuovo Piuma (il nome la dice lunga) è infatti il casco da arrampicata e alpinismo più leggero che finora Salewa abbia sviluppato. L’unico brand a proporre la costruzione in-mould EPP-PC, che offre eccellenti proprietà ammortizzanti sia nella parte superiore che ai lati.

Soddisfa tutti i criteri di sicurezza dell’UIAA grazie all’omonima certificazione 106 e CE 12492, ed è già pronto per le nuove certificazioni sugli impatti laterali.

VENTILAZIONE PERFETTA /
il nuovo sistema Dry Head consente all’aria di circolare liberamente intorno alla testa. In più le ampie aperture e la posizione strategica dell’imbottitura assicurano una maggior ventilazione quando si affrontano passaggi faticosi nelle giornate calde. L’imbottitura interna è removibile e lavabile.

Il sistema di regolazione permette di adattare perfettamente il casco a qualsiasi circonferenza della testa. Indossato correttamente, non ostruisce il campo visivo e lascia libera la vista verso l’alto.

Simon Gietl

“Grazie alla moderna struttura ibrida del Piuma 3.0, il peso è molto limitato. È talmente leggero che quasi ti dimentichi di averlo in testa. E la vestibilità è davvero ottima. Ciò nonostante il casco non perde nulla in sicurezza, cosa per me di vitale importanza. E un aiuto decisivo quando affronto terreni ripidi e misti o arrampico sul ghiaccio”, ha dichiarato Simon Gietl, atleta Salewa.

 

INFO: Oberalp Group – 0471.242900 – info@oberalp.it