In questo articolo si parla di:

È avvenuta ieri, mercoledì 9 giugno, la consegna della menzione a Sergio Longoni, presidente di Df Sport Specialist e Bicimania, per il premio Rosa Camuna 2020, annunciata lo scorso novembre ma rimasta in standby a causa dell’emergenza sanitaria.

L’incontro, tanto atteso, ha suscitato parecchia emozione anche per il rapporto di lunga data che lega Antonio Rossi, oggi sottosegretario con delega allo Sport, Olimpiadi 2026 e Grandi eventi, a Sergio Longoni.

Sono gli Anni ’90 quando a Barzanò (LC), a due passi dalla sede dell’incontro odierno, lo stesso Longoni incontrò quello che sarebbe stato una promessa del canottaggio che, a quel tempo, era agli inizi di una carriera sfolgorante e ricca di vittorie prestigiose.

Un incontro che fece iniziare un’amicizia cresciuta negli anni, fatta di gesti di vicinanza e supporto reciproci: una collaborazione spontanea alimentata da quella stima e fiducia che Sergio Longoni ha sempre riposto nelle giovani promesse dello sport che si sono avvicinate alle sue aziende.

E proprio Antonio Rossi ci teneva a essere lui, in virtù di questo forte legame che tuttora è vivo, a consegnare, insieme al consigliere regionale Antonello Formenti, all’imprenditore brianzolo la menzione speciale assegnata nell’ambito del premio Rosa Camuna 2020.

Sergio Longoni con le figlie Daniela e Francesca

Il premio Rosa Camuna è stato istituito pubblicamente dalla giunta regionale della Lombardia, con l’obiettivo di riconoscere pubblicamente ogni anno l’impegno, l’operosità, la creatività e l’ingegno di coloro che si sono particolarmente distinti nel contribuire allo sviluppo economico, sociale, culturale e sportivo della Lombardia.

Per il 2020 sono 10 le menzioni speciali dal premio e ovviamente tra questi rientra anche il nome di Longoni, che con la sua lunga attività imprenditoriale ha dimostrato negli anni un grande impegno per lo sviluppo del commercio e il sostegno allo sport sul territorio lombardo.

La menzione

“Dalla sua passione per lo sport è nata la Df Sport Specialist, un’azienda di riferimento per tutti coloro che, da professionisti o da amatori, si impegnano nelle attività sportive e ricreative. Sostenendo gare e associazioni sportive e benefiche contribuisce a divulgare i valori più veri dello sport sano ed educativo.”

Storia di un imprenditore

Inizia a Barzanò negli Anni ’50 la storia imprenditoriale di Sergio Longoni, con il negozio di calzature dei suoi genitori Ambrogio e Bruna. Da lì è partita la storia dell’imprenditore che tutti oggi noi conosciamo, che ha saputo abbinare la sua passione per lo sport al lavoro.

“La nostra passione è fare sport. La nostra fortuna è fare dello sport il nostro lavoro”, è il suo motto.

Per Sergio lavorare è un questione scolpita nel dna, che lo rende un uomo d’altri tempi. Un imprenditore che si dedica al proprio lavoro e alla gestione della propria azienda con la stessa cura e la stessa attenzione paterna con cui i genitori seguono i figli nella crescita. Un uomo che ha saputo costruire, con lo stesso clima familiare, un’impresa di oltre 400 dipendenti.

Il suo successo raggiunto è frutto di un mix di dote innata, esperienza da ragazzo in attività commerciali e tantissima volontà, voglia di fare e passione.

Nelle sue aziende si respira il carattere famigliare che contraddistingue Longoni: si è sempre impegnato nel sostegno delle giovani promesse e delle manifestazioni sportive e benefiche, con un occhio di riguardo al territorio lombardo, sede delle attività imprenditoriali della sua famiglia.

Queste le sue parole: “È un onore e una grande emozione per me oggi ricevere la menzione di questo prestigioso premio da Antonio Rossi. Ricordo con affetto il nostro primo incontro in negozio molti anni fa, quando lui era agli esordi e non si era ancora affermato come quel campione che oggi tutti noi conosciamo. Fu per me un piacere poterlo sostenere con la fornitura di materiale sportivo. Abbiamo sempre fatto il tifo per lui, seguendolo in ogni passo della sua lunga prestigiosa carriera: quando iniziò a vincere, in azienda eravamo tutti galvanizzati e coinvolti dalle sue performance sportive. Era un grande motivo di orgoglio vedere il nostro brand sui remi della sua canoa e partecipare alle sue vittorie. Antonio è un grande campione che ha saputo regalarci momenti davvero unici, anche quando veniva a trovarci in negozio con un seguito di fan a caccia di autografi e strette di mano”.

Sulle pareti degli uffici dell’azienda ci sono tutte le foto ricordo che Antonio Rossi regalò a Longoni e alla sua famiglia in occasione dei suoi più importanti successi, come quando diventò Campione del Mondo di kayak nel 1995.

Sono ricordi preziosi, custoditi con orgoglio e cura tra le foto dei cinque nipoti, insieme a ogni singola targa di ringraziamento ricevuta e ogni pergamena di riconoscenza ottenuta, alle quali oggi si aggiunge per Sergio Longoni anche la menzione del premio Rosa Camuna.