In questo articolo si parla di:

Al via la stagione estiva di Cortina d’Ampezzo, presentata in sede di conferenza stampa con tante voci e ospiti a illustrare cosa la cittadina sarà in grado di offrire in questi tre mesi caldi. Ad aprire l’incontro e dare il benvenuto agli ospiti, il sindaco di Cortina d’Ampezzo dottor Gianpietro Ghedina: “Sarà l’estate della ripartenza dopo un inverno difficile. La Regina delle Dolomiti si conferma realtà unica nel panorama alpino, quanto a proposte sportive ma anche culturali”.

Il primo cittadino ringrazia la Regione Veneto per l’intervento che ha portato Cortina d’Ampezzo a essere protagonista di una tappa del Giro d’Italia, e cita alcune delle proposte di eventi e attività che il comune di Cortina d’Ampezzo propone per l’estate: Una Montagna di Libri, Cortina tra le Righe, una stagione estiva in collaborazione con il Teatro Stabile del Veneto e tanti eventi sportivi come la Lavaredo Ultra Trail, Cortina Trophy e la Coppa d’Oro delle Dolomiti.

Interviene poi l’assessore al Turismo della Regione Veneto dottor Federico Caner: “Riaccendere la macchina del turismo in Veneto voleva dire prima di tutto creare le migliori condizioni sanitarie e di sicurezza per poter ripartire. È quanto stiamo facendo grazie a una campagna vaccinale a tappeto che, da oggi, apre le prenotazioni anche agli operatori del turismo. Un segnale di attenzione importante nei confronti dei lavoratori della prima industria del Veneto”.

L’assessore è stato lo stesso che ha comunicato di aver interpellato personalmente il ministro Garavaglia con la richiesta di intervenire, chiedendo al governo di mettere mano alla defiscalizzazione del costo del lavoro per gli stagionali, ma anche al discorso del green pass come passaporto per gli stranieri.

La conferenza è poi preseguita con l’intervento l’intervento di Francesco Corte Colò, portavoce per Cortina Marketing, ente ufficiale di marketing territoriale della località, che ha illustrato nuovi strumenti di marketing, come il sito di prenotazione di località: una piattaforma, costruita grazie al supporto della Regione Veneto, che elimina qualsiasi commissione nei confronti delle strutture ricettive, fornendo al territorio un aiuto concreto in termini economici.

Inoltre si continua a lavorare sui mercati a lungo raggio: si nota una ripresa da parte dei flussi provenienti da USA e un’attenzione particolare viene dedicata al mercato cinese, anche in vista del legame olimpico che lega Pechino a Cortina d’Ampezzo.

Di conseguenza, interviene anche la presidente dell’Associazione Albergatori Cortina, Roberta Alverà, evidenziando la forza delle sinergie nate tra gli operatori del territorio in questo ultimo anno difficile. Quanto alle aperture delle strutture, la presidente conferma entro fine giugno una ripartenza da parte di tutta la località: c’è dell’ottimismo nonostante le prenotazioni ancora tiepide.

Il presidente di Cortina Skiworld Marco Zardini annuncia le aperture degli impianti a fune: il 29 maggio per tre weekend Tofana apre la cabinovia che da Cortina porta a Col Drusciè, mentre la funivia aprirà il 19 giugno. L’11 sarà la volta della funivia Faloria e ancora da sabato 19 giugno apriranno la Tofana-Freccia nel Cielo, Cinque Torri, Piè Tofana-Duca d’Aosta e Duca d’Aosta-Pomedes. Dal 12 giugno si potrà scendere lungo la pista di Fun Bob ad Auronzo di Cadore, al cospetto delle Tre Cime di Lavaredo. Nel mese di giugno aprirà anche il Lagazuoi con la stagione più lunga: fino al 24 ottobre. Infine la seggiovia Gilardon-Socrepes aprirà dal 3 luglio.