In questo articolo si parla di:

La 9ª edizione del Banff Centre Mountain Film Festival, in scena quest’estate, prevede la proiezione di 11 tra le più emozionanti pellicole dedicate al mondo dell’outdoor e della natura. Film che raccontano storie di avventura ed esplorazione in montagna, del rapporto uomo-natura, di wildlife, nonché della bellezza dei luoghi remoti e incontaminati da esplorare. Negli ultimi anni la costante ricerca e il confronto dell’uomo con la natura hanno infatti dato vita a imprese uniche, che hanno portato le persone a spingersi più avanti.

Il tour nazionale di Banff Italia debutterà a Milano con la serata inaugurale di lunedì 14 giugno, per poi proseguire con varie tappe nelle principali città italiane tra cui Genova, Roma, Torino e Bologna. Qui il calendario completo.

Per questa edizione 2021, in Italia il Banff Mountain Film Festival è stato affiancato da La Sportiva, Ferrino, Buff e Kailas Viaggi, oltre ad avvalersi del patrocinio del CNSAS Corpo Nazionale del Soccorso Alpino e Speleologico e della Università Bicocca-Milano (Dipartimento delle Scienze della Terra e ambientali).

Le pellicole in programma

In sella a una mountain bike in Ladhak e Bhutan per un modo alternativo di visitare questi Paesi in Accomplice: “The Passport” e “Madman Trails of Buthan” esplorano catene montuose alla ricerca di nuove linee che mettono a dura prova la resistenza.

In “The Ghosts Above” è possibile seguire la spedizione di Mark Synnot alla ricerca di una risposta al più grande mistero della storia dell’alpinismo himalayano: chi per primo ha davvero raggiunto la vetta dell’Everest? In “K2 – The Impossible Descent”, invece, viene raccontata la storica prima discesa in sci compiuta il 22 luglio 2018 dell’alpinista polacco Andrzej Bargiel.

In “Pathfinder: Life Beyond Fear” si può cogliere la magia di una camminata sospesi su una slackline, tesa tra due imponenti montagne alla sola luce dell’aurora boreale. Una missione che sei slackliner tentano in una zona remota della Norvegia settentrionale.

Infine le Alpi Orientali austriache sono teatro di un’impresa surreale che vede coinvolti tre freerider e un enorme dirigibile in “Zeppelin Skiing”, per un’insolita e lunga calata per disegnare candide curve su pendii inviolati.

Per scoprire gli altri film in programma cliccare qui.