In questo articolo si parla di:

Non guardare più al proprio orticello, ma ampliare la visione d’insieme. Offrire un’esperienza omnicanale non è una difficoltà da superare, ma un’opportunità.

Questo è ciò che Davide Cavalieri vuole raccontarci nel suo articolo presente sull’ultimo numero di Outdoor Magazine, ponendo l’attenzione su quanto la differenza tra le due diverse modalità di acquisto che hanno caratterizzato gli anni passati (il retail fisico e l’e-commerce) si sia assottigliata al punto tale da scomparire quasi completamente.

Il comportamento d’acquisto del cliente è talmente ibrido che non troviamo più un customer journey totalmente digitale e uno totalmente fisico.

Il viaggio che il cliente oggi compie è disseminato di touch point sia fisici che digitali, che si influenzano l’un l’altro, dando vita a una customer experience omnicanale.

La sfida non è più cercare di stabilire su quale canale conviene puntare e investire, sviluppando strategie di marketing differenti, ma far sì che questi si integrino correttamente tra loro. In questo modo il cliente troverà coerenza e continuità passando da un canale all’altro, nel corso di tutta la sua esperienza con il brand, in modo che, a prescindere che stia interagendo su TikTok o su Instagram, in negozio o su Amazon, abbia le stesse informazioni e percepisca le stesse emozioni.

Come si fa a governare un processo d’acquisto sempre più ibrido?

Per chi opera nel campo retail significa dover ampliare la propria visione d’insieme, avere una conoscenza approfondita di tutto l’ecosistema che ruota attorno al prodotto. Guardare il proprio orticello non è più sufficiente con il nuovo cliente iperconnesso e iperinformato.

“Considerando che tutti i canali di un brand servono a costruire una relazione di valore e di fiducia con il cliente, avere a disposizione più modalità di acquisto che lavorino sinergicamente tra loro non è una difficoltà da superare, ma un’opportunità che consente di costruire una customer experience migliore, in grado di offrire un valore aggiunto, distintivo e unico”.

Davide Cavalieri
INFO: cavalieriretail.com

Trovate l’intervista completa sul n. 5 di Outdoor Magazine.