In questo articolo si parla di:

Si chiama Francesco Bongiorni ed è il giovane illustratore che VDA Trailers ha scelto per la creazione del manifesto 2021 del TORX.

Non una persona qualunque bensì qualcuno che racchiuda in sé una conoscenza profonda del territorio valdostano, proprio come Francesco che, sin da quando era bambino, porta la Valle d’Aosta nel cuore e condivide tutti i valori che alimentano il TORX.

Il manifesto e lo spirito del TORX

Quello rappresentato nel manifesto è l’attimo in cui una cima viene raggiunta e si assapora il senso di fatica, ma al contempo di grandezza per l’impresa compiuta. Il protagonista, una volta conquistato il suo obiettivo, si ferma un momento ad ammirare e contemplare il paesaggio che lo circonda, si apre intorno a lui e lo invita a confrontarsi con se stesso e con l’immensità della natura.

Coprotagonista, non meno importante, è quindi la natura con le montagne che si stagliano sino all’orizzonte: la spettacolarità dei percorsi del TORX portano l’attenzione di chi osserva a un sentimento di sospensione tra sogno e realtà, che spesso si prova al raggiungimento di una vetta.

In quest’immagine è racchiusa tutta l’essenza dello spirito del TORX, quella vibrazione che scorre nelle vene, quella passione unica che spinge i giganti a perseverare nel loro cammino colle dopo colle, nonostante la fatica, nonostante le intemperie.

Ma non solo: il manifesto vuole anche rappresentare quella forza che ha accompagnato ognuno di noi nell’ultimo anno stravolto dalla pandemia che, ancora oggi, ci troviamo ad affrontare.

E proprio il TORX 2021 vuole essere un vero e proprio segnale di ripartenza verso un futuro che, senza ombra di dubbio, sarà costellato da difficoltà, ma che deve essere affrontato con resilienza e ottimismo.

L’artista

Francesco Bongiorni conosce da sempre il TORX e ne condivide i valori, ecco che quindi l’illustrazione del suo manifesto ha costituito per lui un’occasione per esprimere il suo punto di vista sulla manifestazione. Ma è stato anche un modo per sentire più vicina la sua terra d’origine, dal momento che da molti anni vive in Spagna e la situazione pandemica lo ha tenuto lontano dall’Italia.

Sono la riconnessione con le proprie origini, la familiarità e il senso di appartenenza al territorio che hanno consentito a Francesco di disegnare un manifesto che rappresenta la grandezza del TORX e la bellezza del patrimonio naturalistico valdostano.

Bongiorni è un’artista con un background importante, da anni lavora con nomi importanti del giornalismo e con realtà internazionali rinomate, tra cui The New York Times, Football Club Inter Milano, Air France, The Guardian, Washington Post, The Wall Street Journal e la Johns Hopkins University.

“Quando penso alla Valle d’Aosta mi sento a casa. Ho trascorso le mie vacanze, estive e invernali, in questa regione fin da bambino e ovunque mi trovi nel mondo so che il mio luogo del cuore è qui. Grazie alla mia professione posso viaggiare costantemente con l’immaginazione ed esprimere il mio linguaggio, sintetico e diretto. In ogni lavoro che realizzo metto tutta la mia energia e la mia arte, ma con TORX è stato diverso: è stata una questione emozionale e affettiva per le montagne della Valle d’Aosta”, racconta Bongiorni.