È stato completato il closing dell’operazione di acquisizione del 65% di Garmont International Srl da parte di Riello Investimenti Partners Sgr Spa, di cui vi avevamo già parlato nelle scorse settimane. Il restante 35% del capitale sarà detenuto per il 30% dall’attuale presidente e ceo Pierangelo Bressan, che continuerà a mantenere il suo ruolo manageriale, e per il 5% da Terry Urio, che proseguirà a operare nel ruolo di CFO.

L’acquisizione è stata perfezionata dal fondo Italian Strategy Private Equity (ISPE), il terzo fondo di private equity gestito dalla Sgr.

Come noto, Garmont è specializzata nello realizzazione e commercializzazione di calzature per il mondo outdoor (alpinismo, hiking, trekking), nonché per il mondo tactical. Con sede a Vedelago (TV) e un fatturato di oltre 20 milioni di euro, il marchio è distribuito in più di 40 Paesi. Da sempre sinonimo di qualità e innovazione, si distingue per l’alta qualità dei materiali e una costante innovazione.

Garmont rappresenta perfettamente – per dimensioni e qualità – il tipico esempio d’impresa che esprime il meglio del made in Italy, ha commentato Nicola Riello, presidente di Riello Investimenti Partners Sgr. “Opera in un settore che sta crescendo molto, calzature e abbigliamento tecnico sportivo da montagna, particolarmente apprezzati all’estero e, quindi, con le migliori prospettive di crescita. Daremo il nostro sostegno allo sviluppo di Garmont nel rispetto della continuità del management e, come nostro uso, seguendo una logica di partnership”.

(Credits foto © Andrej Ondrejovič)