In questo articolo si parla di:

Prowinter, la fiera di Bolzano che notoriamente chiude la stagione della neve, si propone quest’anno in una versione tutta digitale, in calendario per lunedì 12 aprile.

Un’intera giornata verrà dedicata alle nuove opportunità e alle sfide future che si sono profilate con lo scoppio della pandemia, oltre alla presentazione dei nuovi dati sul noleggio in Italia.

Sotto la lente di ingrandimento della fiera B2B tutto il comparto montagna che, messo a dura prova dall’emergenza sanitaria, non vuole restare immobile: la riscoperta dei rilievi italiani, complici il lockdown e le zone rosse degli ultimi tempi, ha portato un nuovo bacino d’utenza che si spinge nella pratica di nuovi sport, come lo scialpinismo, l’escursionismo, lo sci di fondo, il trekking invernale ma anche il ciclismo con bike ed e-bike.

Skimo Summit

La stagione invernale mai iniziata, in cui i tornelli degli impianti di risalita sono rimasti chiusi, ha portato numerosi “sciatori da pista” a sperimentare nuove discipline, che hanno consentito loro di godersi ampi spazi all’aria aperta; emerge quindi l’importanza di una regolamentazione e di una formazione per l’utente finale, in grado di responsabilizzare tutti i player del comparto montagna, dal cliente al noleggiatore.

“Abbiamo grandi aspettative per Prowinter Digital 2021: non ci sarà una fiera fisica ma diamo ormai per assodata la risonanza che il formato digitale può offrire. L’agenda della giornata è ancora in fase di definizione, ma alcuni relatori e tematiche sono già confermati: tutto naturalmente sarà all’insegna di argomenti cari al settore montagna”, dichiara Geraldine Coccagna, exhibition manager di Prowinter.

La vera novità di questa edizione digitale 2021 è proprio Skimo Summit, insieme a Probike Summit.

La corsa alle nuove discipline complementari allo sci alpino hanno portato tutti i noleggiatori a rivedere le proprie offerte e ricollocare le proprie risorse in base alla nuova domanda degli utenti. Il ruolo che assolverà Skimo Summit sarà proprio quello di raccogliere le testimonianze di località e noleggiatori che considerano lo scialpinismo una parte fondamentale della nuova offerta.

L’obiettivo di istituzioni, aziende e impiantisti è quello di trovare una soluzione comune e innovativa per regolamentare lo scialpinismo e istruire gli utenti per una cultura montana più sostenibile e attrezzata.

Skimo Summit vorrà essere un luogo di dibattito in cui diversi sperker, ognuno dei quali specializzato nella propria area di competenza, affronteranno svariate tematiche tra cui gli effetti collaterali della crescita del comparto, il suo impatto ambientale e le tematiche legate alla sicurezza nelle aree innevate diverse da quelle di pista. Fondamentale sarà il punto di vista dei noleggiatori, che hanno saputo reagire rapidamente ai segnali positivi di inizio stagione, attrezzandosi a dovere e rispondendo adeguatamente ad una domanda mai così elevata.

Tra i relatori…

Christoph Engl, ceo di Oberalp Group, fornirà qualche dato delle ricerche condotte sui segmenti outdoor in crescita, con un focus specifico sullo scialpinismo, analizzando la natura dei soggetti che lo praticano, i loro obiettivi e la conseguente nuova dimensione della disciplina stessa.

Luca Zeni, avvocato e consigliere della Provincia di Trento, rappresenterà allo Skimo Summit la pubblica amministrazione, sottolineando, da un lato, l’importanza di una regolamentazione giuridica della pratica, per auto-responsabilizzare gli utenti e sgravare così i gestori degli impianti da responsabilità non proprie; dall’altro la necessità di attivare una politica di incentivi e contributi da parte degli enti locali, in grado di premiare gli operatori che si impegnano in progetti di sviluppo della disciplina in sicurezza.

A sostegno delle aziende Günther Acherer, presidente dell’Italian Outdoor Group e titolare di Panorama Diffusion, che inquadrerà invece i compiti, gli obiettivi e le iniziative che l’associazione mette in campo, condividendo l’importanza della creazione di aree attrezzate e dedicate allo skialp, capaci di promuoverlo senza perdere di vista l’aspetto della sostenibilità.

Franco Torretta, direttore di esercizio Monterosa Ski (AO), relazionerà inoltre sulla vincente scelta di coabitazione tra sciatori da pista e scialpinisti, messa in pratica nel suo comprensorio attraverso il progetto Monterosa Ski, con tre valli collegate tra loro e oltre 10.000 utenti ogni stagione.

Probike Summit

Prowinter Digital 2021 ha scelto di dedicare ampio spazio anche al mondo delle due ruote e, nello specifico, quello delle e-bike.

Il comparto delle bici sta registrando numeri sempre più incoraggianti con moltissimi nuovi utenti: secondo i dati Anca si è rilevato un incremento di pezzi venduti rispetto al 2019 del 14% (pari a 1,7 milioni) per le bici tradizionali e del 44% per quelle elettriche, pari a 280 mila pezzi.

Produttori, rivenditori e noleggiatori si stanno quindi attrezzando per affrontare una nuova stagione, che prevede richieste aumentate in modo esponenziale rispetto al recente passato.

Ma con una crescita costante nascono nuove problematiche. Anche in questo caso la fiera B2B con Probike Summit vuole essere un tavolo virtuale in cui noleggiatori ed esperti potranno confrontarsi e presenteranno le proprie proposte e best practice per arginarle. Ma anche aziende e fornitori di servizi risponderanno all’incremento del flusso prodotto dal turismo sportivo, in costante crescita.

L’appuntamento di Prowinter Digital 2021 è per lunedì 12 aprile, con lo Skimo Summit alle ore 11 e Pro Bike Summit dalle 15 alle 16.30.