In questo articolo si parla di:
19 Gennaio 2021

Ternua, brand spagnolo fondato nel 1994, progetta e produce abbigliamento tecnico per l’outdoor, con un commercio che si espande a livello nazionale e internazionale, come conferma la presenza in oltre 20 Paesi tra Europa, Asia e America. Il rispetto dei parametri di innovazione sostenibile, però, è un aspetto a cui tiene fortemente da sempre, come confermato, per esempio, dalla vittoria di sei premi Ispo negli ultimi cinque anni.

La salvaguardia dell’ambiente da parte di Ternua avviene in molteplici modi, attraverso iniziative e lavorazioni che seguono rigidi parametri come l’utilizzo di trattamenti antibatterici biodegradabili e materiali riciclati (quali tappeti, reti da pesca, PET, plastica raccolta dal mare, cotone, piume, fondi di caffè, lana, capi in disuso e gusci di noce); essere stato uno dei primi brand europei a eliminare i PFC dai trattamenti idrorepellenti alla piuma riciclata; l’impiego di solo cotone biologico a quello convenzionale (ovvero proveniente da una coltivazione biologica senza pesticidi) dal 2009.

Fin da subito, Ternua ha prestato forte attenzione alla causa sostenibile e da alcuni anni, come abbiamo già avuto modo di raccontarvi, è promotrice di iniziative uniche presenti in modo trasversale in tutte le sue linee, che coniugano tecnicità, design ed economia circolare.

Redcycle (2015)

Con questa primo progetto e grazie all’aiuto delle associazioni basche di pescatori, sono state recuperate 12 tonnellate di reti da pesca abbandonate, poi riconvertite in filato Econyl e utilizzato per realizzare numerosi prodotti. Uno di questi ha vinto l’ISPO Award Gold Winner 2019.

Nutcycle (2018)

Una volta recuperati 500 kg di gusci di noce, rimasti fino a quel momento abbandonati dai produttori di sidro di Gipuzkoa (Spagna), Ternua li ha trasformati in una tintura naturale per i propri capi.

Seacycle (2019)

I rifiuti di plastica raccolti da tre pescherecci lungo la costa basca sono stati trasformati in tessuto, poi utilizzati per sviluppare abbigliamento tecnico di qualità e sostenibile.

Artileshell (2020)

L’ultima iniziativa, di cui vi abbiamo già parlato, è ideata proprio da Ternua e propone l’utilizzo della lana di pecora Latxa (originaria dei Paesi Baschi, proprio come l’azienda), una risorsa naturale di grande importanza a livello locale ma apparentemente senza possibilità di re-impiego. In realtà questo materiale è un ottimo isolante termico, innovativo e con molte proprietà tecniche.

Troverete l’articolo completo nel n. 01 di Outdoor Magazine.