In questo articolo si parla di:

L’emergenza Covid ha determinato la chiusura delle strutture indoor agli amatori. Gli unici che possono ancora frequentarle ai fini dell’allenamento, al momento, sono gli atleti di interesse nazionale. Non solo, qualche giorno fa è comparsa sul sito della FASI anche la decisione del suo presidente Davide Battistella di non prender parte con una delegazione italiana alla rassegna continentale di arrampicata, in programma a Mosca dal 21 al 29 novembre. 

Dopo aver sentito le direzioni tecniche delle nazionali senior e olimpica, vista la recrudescenza della curva epidemiologica del Covid-19 e tenuto conto dei contenuti dell’ultimo Decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri in merito ai viaggi per e da i Paesi organizzatori dei prossimi Campionati d’Europa – così si legge sul comunicato -, questa sembra la scelta più prudente.

Delusione per gli atleti che, magari, puntavano all’ultima gara di questo strano 2020, ma attenzione puntata sul 2021.

Le Nazionali italiane si metteranno da subito al lavoro per preparare gli appuntamenti del 2021 in previsione dei Giochi Olimpici di Tokyo, a cominciare dalle tappe del circuito di World Cup, messe a calendario per il nuovo anno.

Confermato, per il momento, il raduno della Nazionale Giovanile boulder che si terrà a Thiene (Vi) il prossimo 5 e 6 dicembre. Naturalmente la FASI si riserva la possibilità di annullare il raduno in caso di ulteriore aggravamento dell’emergenza sanitaria, così come in caso di emanazione, da parte delle Autorità competenti, di provvedimenti volti a limitare la circolazione dei cittadini sul territorio nazionale.