In questo articolo si parla di:
2 Novembre 2020

Nonostante il periodo, di cui è stato anche un positivo protagonistaCrazy continua a credere nel rapporto tra azienda e atleti e porta avanti il progetto Team. Nato negli Anni Novanta, grazie all’aiuto degli stessi sportivi, proporre agli appassionati il medesimo abbigliamento studiato per gli atleti. Capi realizzati secondo la filosofia “fast & light” che contraddistingue l’azienda: veloce e leggero con capi adatti tecnicamente a ogni tipo di situazione, con la possibilità di aggiungere colori e loghi richiesti da ogni società.

Il progetto di Team è attivo in inverno nello Skialp Race e in estate nello skyrunnning e prosegue con la collaborazione del nuovo team manager Gil Pintarelli, atleta trentino attivo ad alto livello nello skyrunning e appassionato di alpinismo, che ha vestito per oltre 10 anni i colori di Crazy come atleta; di fatto una vita a fianco dell’azienda, della quale condivide logica, filosofia e prodotto.

Pintarelli ha gestito il meeting atleti, una tre giorni organizzata l’ultimo weekend di ottobre tra Bormio e il passo dello Stelvio, dove tutti hanno potuto testare i nuovi capi della collezione invernale, allenarsi e programmare – per quanto possibile – la stagione gare.

Ma non solo: con uno sguardo al prossimo futuro, è già stato programmato il raduno estivo e il coinvolgimento di nuovi personaggi, a dimostrazione della volontà dell’azienda di credere anche quest’anno nel progetto Team e continuare ad investirci per ottenere buoni risultati. L’obiettivo finale è quello di vivere la montagna 365 giorni l’anno e rimanere attivi sia in inverno nello skialp race che in estate nello sky running, garantendo la propria presenza nel mondo gare con atleti impegnati in ogni stagione.


Il Team skialp Crazy ha un forte carattere internazionale con nomi provenienti da tutto l’arco alpino: il nazionale francese Yoann Sert residente a Aréches sede della mitica Pierra Menta, Maximilen Drion nazionale belga ma residente e con doppia cittadinanza in Svizzera nei pressi di Verbier, Daniel Zugg nazionale austriaca. Non da meno sono i nostri nazionali: dalla Val Brembana Willliam Boffelli, dall’Alto Adige Alex Oberbacher, dal Trentino Valentino Bacca. Al femminile spiccano la francese Lorna Bonnel, la trentina Giorgia Felicetti e la veneta ma internazionale di fatto Martina Valmassoi.

Pierramenta 2010 – Team Crazy