In questo articolo si parla di:

Orme, Festival dei sentieri, alla sua terza edizione che ha fatto registrare il sold out per tutte e tre le giornate previste.

Il contesto unico come quello del Fai della Paganella si è rivelato un perfetto teatro per un programma ricco e variegato, che ha coinvolto il pubblico più vario proveniente da tutta Italia. Tra il forest bathing, le sinfonie di Ennio Morricone, i versi di Dante, gli animali e la meditazione, l’evento ha registrato ben 1300 presenze con tutte le experience già ampiamente prenotate prima del weekend dell’11 settembre.

“Fai della Paganella si conferma, con i suoi boschi e i suoi sentieri, oltre che con la qualità dell’accoglienza, un contesto perfetto per un evento coraggioso e diverso, che unisce la cultura alla natura, il benessere al divertimento, portando in montagna molte famiglie e anche un pubblico nuovo e curioso, che si ritrova magicamente a camminare nei boschi di notte per ascoltare Beethoven”, dicono gli organizzatori di Fai Vacanze.

In un momento così particolare e delicato come quello che il mondo intero sta affrontando c’è stata una particolare attenzione alle persone e alla sicurezza, tematica di primaria importanza. Quest’anno infatti tutti gli eventi sono stati proposti a numero chiuso e organizzati per piccoli gruppi, anche in più turni: nonostante questo il riscontro positivo è stato palpabile, anche per gli eventi più di nicchia, come Dante nel bosco o il concerto dei corni all’alpini all’alba. La natura ha regalato a tutti i partecipanti grandi emozioni.

 

Quello raggiunto dal festival è un risultato importante anche in termini di turismo: le persone sono sempre più alla ricerca di esperienze uniche, di qualità e non necessariamente legate all’approccio sportivo alla montagna, ma che possano concedere momenti di relax, in contatto con la natura. E proprio a questo proposito Fai della Paganella ha sviluppato un progetto innovativo, il Parco del Respiro: basato su recenti ricerche scientifiche dedicate alle sostanze volatili presenti in determinati boschi e sull’antica tradizione giapponese del “forest bathing”, questo bosco di faggi mira ad essere uno spazio in cui trovare non solo armonia e benessere, ma anche, concretamente, un aiuto per la salute fisica, non solo del fisico.

Orme infatti è l’unico evento che si svolge interamente su sentieri, e che propone un ricco programma di appuntamenti, tutti gratuiti. Sin dalla prima edizione sono state migliaia le presenze: oltre 5.000 l’anno scorso.