10 Settembre 2020

Chi ha detto che la leggerezza è soltanto per i professionisti o per chi affronta salite di una certa difficoltà? E chi l’ha detto che un prodotto super-tecnico non debba anche essere comodo e confortevole. La verità è che gli attrezzi leggeri sono perfetti anche – e forse soprattutto – sulle vie classiche, dove garantiscono prestazioni sempre all’altezza. Lo stesso vale per zaini e imbragature che oltre alla tecnicità garantiscono anche comodità. Per la prossima stagione invernale il brand Camp, che guarda alla montagna a 360 gradi, ha sviluppato prodotti leggeri tecnici e confortevoli. Tra questi la piccozza Corsa Alpine e il nuovo rampone Ascent sono destinati a diventare dei punti di riferimento, coniugando minimo peso e massime prestazioni. L’imbragatura Impulse CR – un’altra novità – è invece al top per quanto riguarda il comfort: il meglio in assoluto in ogni situazione.

La Impulse CR è la  nuova imbragatura al top di gamma all’insegna della polivalenza. È caratterizzata dall’innovativa costruzione Smart Webbing Technology che, garantendo un’uniforme distribuzione del carico su tutta la superficie di cintura e cosciali, offre al climber una comodità mai vista.

L’imbottitura in EVA espansa traforata e l’interno in mesh 3D assicurano un’eccellente traspirabilità mentre il sistema DeltaFrame sui cosciali è sinonimo di grande supporto quando si sta appesi in sosta o durante le calate in doppia. I 4 anelli portamateriale anteriori e quello supplementare posteriore sono studiati per la massima funzionalità, consentendo un immediato accesso a tutta l’attrezzatura.

La Impulse si distingue anche per dettagli come l’anello di servizio in contrasto colore, gli elastici di collegamento dei cosciali muniti di robuste fibbie in plastica, gli slot per i moschettoni Hub e l’anello di recupero in cui è integrata l’asola per il sacchetto
portamagnesite.

Ph: Tra terra e cielo: Rob Pizem durante la prima salita di “Supreme Manliness” (5.13) nel deserto dello Utah – © Jeremiah Watt