In questo articolo si parla di:

Ve lo avevamo già segnalato (leggi QUI) e finalmente ci siamo! “Orme, Festival dei sentieri” torna per la terza edizione il prossimo fine settimana, dall’11 al 13 settembre, nella stupenda cornice di Fai della Paganella con tanti incontri, appuntamenti e iniziative. Un fine settimane a stretto contatto con la natura, tra musica, arte, sapori, teatro, benessere e tradizioni locali.

Una terza edizione con grande attenzione al tema sicurezza dato il periodo particolare che stiamo vivendo: ogni evento sarà organizzato per piccoli gruppi, per garantire distanziamento e massimo rispetto delle normative.

Già a partire dalla giornata di venerdì il programma sarà molto ricco: alle 14 ci sarà il “forest bathing”, l’immersione nella foresta, una disciplina che nasce da antiche tradizioni giapponesi, confermate da recenti ricerche, che cerca benessere e “mindfulness” attraverso micro sostanze volatili e l’esperienza stessa del contatto con la natura. Si svolgerà nella faggeta di Fai, camminando nel Parco terapeutico del Benessere ispirati dal Sentiero del Respiro (anche sabato alle 9), alla ricerca di sensazioni antiche.

Alle 21.30 sarà protagonista la grande musica, con l’Omaggio a Ennio Morricone: il buono il brutto e il cattivo nella natura, un concerto nel bosco e sotto le stelle ispirato alle colonne sonore realizzate dal grande e compianto Maestro.

Sabato mattina sveglia puntata molto presto per vivere l’alba in un dei punto più panoramici dell’altopiano, la Croce di Fai, con colazione alla Malga Val dei Brenzi. Alle 9.30, Sulle orme degli animali, una piccola avventura in 5 tappe, assieme ad un naturalista, per imparare ad osservare gli animali, a riconoscerne le tracce e i suoni, anche a pochi passi dal paese. Alle 11, alle 14 e alle 17, la Passeggiata educativa a 6 zampe, e alle 11.30 il Pic-nic nei prati. Alle 16 teatro, musica e danza avranno come palcoscenico il bosco, con la compagnia Pantakin. Alle 18 si camminerà assieme alla poesia di Dante Alighieri, con Mi ritrovai per una selva oscura, un incontro toccante con il sommo poeta e la meraviglia della Commedia.

L’appuntamento ormai tradizionale del concerto del sabato sera sarà con Beethoven al “chiaro di luna”. Fai dedica al suo genio un concerto spettacolo in cui ogni brano sarà introdotto e raccontato dal compositore e direttore della Gaga Symphony Orchestra, Simone Tonin.

Domenica 13 si riparte all’alba, alle 5,45 con il Sentiero del risveglio e il concerto dei corni alpini al sorgere del sole, con colazione pic-nic. Alle 9.30 un altro appuntamento con gli amici a 4 zampe, con il trekking formativo con il cane, assieme a Sonia Sembenotti. Alle 11 spazio per l’energia vitale della natura con Il Dono: sentiero della meditazione, con lo scrittore e giornalista Leandro Barsotti e il musicista Giorgio Pavan. Alle 12 tornano in scena le tradizioni, con il “Disnar dela festa”, dedicato alla “desmontegada”, l’antica celebrazione delle vacche, vestite a festa, che rientrano dall’alpeggio. Come un tempo ci si siederà per festeggiare, con i piatti del passato, e per brindare alla fine dell’estate.

Il village di ORME ospiterà poi la mostra fotografica BOSC, di Ruggero Alberti, promossa da AKU e dedicata ai boschi delle Dolomiti.

www.ormefestival.it