In questo articolo si parla di:
10 Luglio 2020

Nel 2020 l’epica 100km del Sahara, maratona targata Zitoway, compie 20 anni.

I recenti accadimenti ed il difficile momento che tutti stiamo affrontando hanno costretto gli organizzatori a cancellare l’evento previsto nel 2020, rimandandolo ad aprile 2021.

La manifestazione sportiva è stata riorganizzata includendo tutte le possibili misure di sicurezza e distanziamento necessarie. Lo staff tecnico e medico, oltre che essere operativo in tutti i momenti della manifestazione sarà dotato di tutti i presidi necessari (mascherine e guanti), adeguandosi a tutte le norme di prudenza ed igiene.

I tre differenti programmi, ideati per la XX edizione e previsti per soddisfare un target molto più ampio di partecipanti, saranno mantenuti. Ognuno di essi si rivolge ad una particolare tipologia di atleta, da chi pratica nordic walking, ai camminatori ed infine ai runners: tutti i partecipanti possono accedere alla gara divisa in quattro tappe da 25km l’una; solo i runners invece potranno iscriversi alla 100km No Stop, oppure alla 100+100 formula che propone una doppia distanza.

L’organizzazione della gara

Durante la fase di iscrizione, oltre ad i canonici documenti richiesti, sarà indispensabile essere in possesso di un’autocertificazione di negatività al Covid-19 da parte di tutti i presenti. I trasferimenti il loco avverranno in bus a capienza ridotta sui quali i partecipanti saranno forniti di mascherina personalizzata e guanti. Anche il pernottamento, che sia in hotel o al campo, sarà idoneo alle norme di sicurezza: la tenda che fornirà l’organizzazione sarà singola e nominale ed i partecipanti dovranno solo dotarsi di sacco a pelo e materassino.

Anche l’organizzazione della stessa gara è stata rivista, così che possa essere sempre mantenuta la distanza di sicurezza: gli atleti partiranno ad ogni tappa con partenze scaglionate individuali ogni 30 secondi: ciò consentirà una migliore ripartizione dei partecipanti anche negli orari di accesso alla  ristorazione per colazione e pranzo, e per l’accesso ai servizi igienici. La cena sarà autogestita ma comunque regolamentata.

Una competizione non può chiamarsi tale se non c’è una cerimonia di premiazione, una cena con festa finale: è previsto lo svolgimento di tutto questo evitando ogni forma di assembramento e nel pieno rispetto delle misure di sicurezza.

Il conto alla rovescia è già cominciato: mancano 287 giorni e 19 ore!

La 100km in Namibia

Il conto alla rovescia si dimezza a 150 giorni se l’appuntamento è quello fissato per dicembre 2020 nel deserto della Namibia, in Africa australe.

Una prova impegnativa che ripaga gli atleti con un soggiorno a in un lodge a cinque stelle per quattro giornate di gare tutte diverse tra loro. Un appuntamento perfetto per allontanarsi dall’inverno e regalarsi un break tra sport e un deserto indimenticabile.

Per ogni altra informazione: info@zitoway.com