In questo articolo si parla di:
6 Luglio 2020

La nuova campagna social di Vibram nasce per diffondere una semplice filosofia: riscoprire la natura vicino casa.

Il progetto è già online da giugno sui canali Facebook, Instagram e YouTube e si chiama #MyOutdoors, un nome che richiama la riscoperta dei luoghi e delle località più vicine a casa per fare attività outdoor.

I protagonisti della campagna sono gli atleti Vibram, che con foto e video delle loro imprese animano i social del brand e invitano a riscoprire l’attività fisica all’aria aperta con maggiore consapevolezza, facendo tesoro di riflessioni e stati d’animo che hanno caratterizzato un inizio anno difficile.

Marco Zanchi, Katia Tomatis, Fabrizio Dragoni, Hervé Barmasse e Matteo Della Bordella sono solo alcuni dei protagonisti dei video già pubblicati, e in programma nelle prossime settimane, che raccontano le diverse discipline sportive da loro rappresentate, riprese nelle rispettive località di provenienza.

#MyOutdoors significa correre nei boschi, camminare sui sentieri di campagna o tra i campi, riscoprire itinerari poco battuti che portano a falesie nascoste e, alcune volte, ai ricordi delle prime imprese sportive.

Lontani dalle bellezze naturali più celebri e frequentate, ma ugualmente meritevoli di nota, per fascino o per una memoria del passato, si ritrovano i luoghi dell’outdoor più vicini, che oggi si può tornare a rivivere.

È così che Vibram vuole coinvolgere la propria community a condividere i propri angoli nascosti di outdoor vicino a casa, raccogliendo post e contenuti che verranno ripresi con l’hashtag di campagna.

Contestualmente alla campagna #MyOutdoors, Vibram ha lanciato “Stone Riders“: la disciplina della mountain-bike raccontata in modo originale – e inusuale – dal rider David Rimailho che, tra una corsa in bici e un’altra, di lavoro fa il geologo.

Nella serie video pubblicata sui social Vibram con cadenza settimanale, David illustra e spiega i diversi tipi di roccia e di risorse naturali che incontra nei suoi percorsi mtb. Uno storytelling coinvolgente e didattico, che mette in luce le infinite particolarità e diversità geologiche, e invita i rider ad essere più connessi con il loro ambiente.

Da segnalare, infine, sempre nel contesto di queste iniziative, il sostegno da parte di Vibram al progetto “Va’ Sentiero”: un gruppo di ragazzi che da circa sette mesi ha intrapreso il Sentiero Italia che, con i suoi 7.000 km, vanta il titolo di trekking più lungo del mondo. Un evento sociale basato sull’idea della condivisione, con l’obiettivo di valorizzare il patrimonio ambientale, culturale e sociale italiano, a passo d’uomo.