In questo articolo si parla di:
6 Luglio 2020

Il 26 giugno 2020 si sarebbe dovuta svolgere la 14esima edizione della LUT, ma come molte altre gare è stata annullata. Una scelta inevitabile e soprattutto etica nei confronti di tutte le altre manifestazioni trail italiane. Questo era stato il commento di Simone Brogioni, organizzatore della gara insieme a Cristina Murgia, che avevamo contattato in quei giorni.

Una scelta dolorosa. È la prima volta, dalla nascita della LUT, che dobbiamo optare per l’annullamento. Nel 2013 eravamo stati costretti a modificare e tagliare di 30 chilometri il percorso a causa della neve, ma mai ci era successo di doverla annullare. Stante la situazione abbiamo cercato di fare la scelta meno traumatica e più vantaggiosa per gli iscritti: cioè dare la duplice possibilità di slittamento al 2021 (mantenendo congelati iscrizione e pettorale, pacchetti alberghi e punti Itra) oppure di richiedere il rimborso del 50%, come da regolamento”.

Lavaredo Ultra Trail Virtual

La gara effettivamente non si è svolta ma i sentieri della La Sportiva Lavaredo Ultra Trail si sono comunque popolati di tanti runners che hanno voluto correre tra le Dolomiti di Cortina d’Ampezzo.

Tra di loro anche 10 atleti élite che hanno percorso il tracciato della Cortina Trail (48 km con 2.600 metri di dislivello positivo) commentando la loro corsa in diretta video.

Lo streaming sulla pagina Facebook della Lavaredo Ultra Trail è iniziato alle 10 di sabato mattina, quando gli atleti sono partiti da Corso Italia, ed è proseguito per tutta la giornata, grazie ad una videocamera e ad uno zainetto per la trasmissione indossato a turno dagli atleti, che ha permesso a migliaia di appassionati da tutto il mondo di seguire i top runners lungo tutto lo splendido percorso.

Dall’attraversamento di Cortina alla Val Travenanzes, dalle Cinque Torri al Passo Giau, dal Mondeval a Croda da Lago, è stato come correre virtualmente con loro; e in effetti una corsa virtuale c’è stata: chiunque, in qualunque parte del mondo, ha potuto partecipare alla sua “Lavaredo Ultra Trail Virtual”, percorrendo un tracciato da 48 km in autonomia in qualsiasi luogo.

«È stato un modo per mantenere viva la Lavaredo Ultra Trail – hanno commentato gli organizzatori – e anche un segnale di ottimismo, in attesa di rivederci sui sentieri dolomitici a fine giugno 2021. Vogliamo ringraziare tutti partecipanti, reali e virtuali, e le tante persone che ci hanno dimostrato il loro affetto in questi ultimi mesi, rimarcando il fatto che questo evento è mancato molto a Cortina».

Oltre a Buff, Garmin, Eolo e La Cooperativa di Cortina, presente alla gara virtuale anche il title sponsor La Sportiva che conferma la sua partnership per l’anno prossimo.

Era l’unica scelta responsabile in quel momento di incertezza totale. Cancellare l’evento significa vedere vanificati un po’ gli sforzi, anche a livello di marketing, perchè la LUT sarebbe stata la piattaforma ideale per lanciare contenuti e prodotti che avrebbero sfruttato proprio questo evento per partire in campagna estiva”, ci aveva raccontato Luca Mich, marketing operations manager dell’azienda della Val di Fiemme, qualche giorno dopo l’annullamento. “Tuttavia non disperiamo, la LUT e La Sportiva torneranno assieme il prossimo anno e anche tutti i gadget preparati per i finisher saranno riproposti allo stesso modo…per fortuna almeno quelli non riportavano la data dell’evento!

GUARDA QUI IL VIDEO UFFICIALE.