In questo articolo si parla di:
15 Giugno 2020

Roberto D’Amico è uno dei volti più celebri del surf italiano, oltre che atleta della Nazionale. Save The Duck, brand animal-free, supporta con entusiasmo il suo progetto finalizzato a sensibilizzare l’attenzione delle persone verso l’ambiente in un percorso di educazione che comincia dai più piccoli gesti, come la raccolta di rifiuti.

L’iniziativa, che sui social si caratterizza con l’hashtag #Robycleanup, vedrà Roberto  impegnato a Ladispoli per ripulire le spiagge e i mari del lungomare Marina di Palo e avrà luogo in occasione dell’International Surfing Day, che si celebra sabato 20 giugno.

Durante il lockdown, durato oltre due mesi e causato da un’emergenza sanitaria senza precedenti, la natura si è espressa nella sua totale bellezza e la libertà degli animali di avventurarsi in luoghi inaspettati ha meravigliato tutti. La Fase 2, con la libera circolazione e la riapertura di molte attività, ha fatto riaffiorare alcuni dei problemi a cui ci eravamo ormai tristemente abituati e che affliggono l’ecosistema. Roberto D’Amico ha scelto di ripartire da qui e a supportare il suo progetto è entrato in gioco anche Save The Duck, brand italiano che ha come valore principale la difesa degli animali e della natura.

Per incoraggiare gli sforzi dei partecipanti, che prenderanno parte all’iniziativa sul lungomare Marina di Palo a Ladispoli, i rifiuti raccolti potranno essere utilizzati come moneta di scambio per ottenere dei servizi. A fianco di Roberto D’amico ci sono Spaghettis, i barbieri sulla spiaggia disposti a tagliare i capelli in cambio di rifiuti raccolti e il bar Malecon, che offrirà bevande in cambio di sacchi pieni di plastiche e rifiuti inquinanti. Inoltre, ci saranno gadget per tutti i partecipanti, offerti dagli sponsor coinvolti nel progetto tra cui Save The Duck, Andrea Zonetti (Global Family Banker di Banca Mediolanum), Miniwiz, Reef, Breitling, Ventura e Everyseangleday.