In questo articolo si parla di:
20 Maggio 2020

Siamo felici di poter ricominciare a fare quello che ci appassiona. In questi mesi non abbiamo mai smesso di pensare e non abbiamo mai fermato le nostre menti. Ci sono nuovi progetti all’orizzonte e nuove sfide da affrontare – sono le parole di Davide Losa, responsabile commerciale dell’azienda.

Il 4 maggio, nel pieno rispetto dei protocolli di sicurezza l’azienda ha ricominciato la sua attività. Per il Training Center, invece, si è dovuto aspettare fino al 18 maggio. Ovviamente le postazioni di tutti i dipendenti, sia nei reparti produttivi che negli uffici, sono state adeguate ai nuovi standard di distanziamento di 2 metri e sono state fornite in dotazione a tutti mascherine, guanti e visiere. Gli spazi comuni come mensa, spogliatoi e sale d’attesa sono stati adeguati per gestire le regole del nuovo decreto.

L’azienda ha fatto ricorso alla CIGO per tutelare i dipendenti durante il lockdown e durante questa prima fase della ripresa in cui la produzione non è ancora attiva al 100% per fare prove tecniche di “convivenza” sul posto di lavoro.

Lo scorso 15 maggio, inoltre, tutti i dipendenti sono stati sottoposti a test sierologico e non è stato rilevato alcun caso di positività.

“Stiamo facendo ampio uso dello smartworking invece per gli impiegati commerciali, marketing, amministrativi e ufficio acquisti che stanno continuando ad alternare il lavoro da casa ad una presenza negli uffici limitata solo ai casi di necessità”.

Anche la produzione è stata adeguata per soddisfare le nuove richieste del mercato: ad esempio fornendo visiere per i caschi in grado di coprire integralmente il volto e altre novità che verranno rese note a breve.