In questo articolo si parla di:
7 Aprile 2020

La quinta edizione dei Campionati mondiali di skyrunning giovanile, prevista per il 31 luglio e il 2 agosto 2020 in Italia, è stata posticipata al 30 luglio e al 1 agosto 2021 nella stessa sede, a L’Aquila, vicino a Roma.

La decisione è stata presa dall’International Skyrunning Federation in collaborazione con la commissione giovani e FISky (Federazione Italiana Skyrunning) insieme agli organizzatori locali del Gran Sasso SkyRace, sulla base della situazione Covid-19 e delle restrizioni dei decreti governativi in ​​corso.

Chiaramente un rinvio del Campionato giovani significherebbe per la fascia più alta di età della categoria(Under 23) di rimanere esclusi nel 2021. Per mitigare questo, l’ISF sta riesaminando la possibilità di includere la categoria U23 nellSkyrunning World Championships 2020 che si dovrebbe tenere in Spagna dal 10 al 12 luglio. Si attende solo la conferma.

I campionati dell’anno scorso hanno visto competere un numero record di quasi 200 giovani atleti provenienti da 28 paesi, tredici dei quali hanno portato a casa delle medaglie. I campionati mondiali giovanili di skyrunning si svolgono ogni anno al fine di sviluppare e promuovere lo sport per il futuro.

In questi tempi difficili nel mondo dello sport, dove anche i Giochi olimpici sono stati rinviati, l’ISF desidera trasmettere una visione positiva del futuro posticipando alcuni eventi. Avere più tempo prima di questi importanti eventi, significa più tempo per gli organizzatori e gli atleti di concentrarsi, allenarsi e organizzare viaggi.

In un messaggio di speranza, l’ISF invita i suoi membri internazionali a essere flessibili e ad adattarsi, a mantenere i propri sogni e, come sempre, ad abbracciare il motto: “Less cloud. More sky”.