In questo articolo si parla di:

Esito positivo anche quest’anno per Mountopia e Snow Leopard Day, i due eventi targati Dynafit andati in scena in chiusura di stagione.

Nel concorso Mountopia ad avere la meglio sono stati Martin Pfeffer, Daniel Kraus, Veronika Heidrich e Manuela Diezinger, che potranno così realizzare il sogno di partecipare alla leggendaria Transalpine Run. I quattro appassionati sono stati scelti da una giuria tecnica di atleti ed esperti Dynafit di trail running su un totale di 290 partecipanti, in rappresentanza di 16 Paesi diversi.

“Non è stato facile prendere questa decisione, perché tra i candidati c’erano molti runner fortissimi”, ha spiegato Lukas Naegele, membro della giuria. “Per correre la Transalpine Run occorrono forma fisica eccellente e resistenza. Manuela, Veronika, Martin e Daniel ci hanno convinti di avere la grinta giusta per affrontare con successo la gara”.

Ad attendere ora i quattro vincitori, che gareggeranno a coppie, c’è la Transalpine Run, gara di trail che quest’anno festeggerà la sua sedicesima edizione e che vedrà come sponsor ufficiale Dynafit. 600 atleti, in squadre da due, percorreranno circa 255 chilometri con 16.500 metri di dislivello positivo (15.200 metri quelli di dislivello negativo), partendo da Garmisch-Partenkirchen e, attraversando le Alpi, giungeranno al traguardo di Valles, in Alto Adige. Ogni giorno i partecipanti si lasceranno così alle spalle una media di 32 chilometri e oltre 2000 metri di dislivello positivo.


Lo Snow Leopard Day, invece, appuntamento transnazionale a beneficio del leopardo delle nevi, ha saputo richiamare quest’anno quasi 1.500 appassionati (precisamente: 1.416). I metri di dislivello raccolti da tutti i partecipanti sono stati 2.095.339, equivalenti a 20.953 euro, cifra che segna il raggiungimento di un record.

A causa delle condizioni della neve sfavorevoli in varie località, lo Snow Leopard Day è andato in scena in due weekend differenti. Gli appassionati di scialpinismo si sono riuniti sabato 29 febbraio in Germania, Austria, Polonia, Norvegia, Bulgaria e USA, mentre domenica 1 marzo è stata prima volta di Francia e Svizzera. In Slovenia, Grecia e Slovacchia la manifestazione si è svolta una settimana dopo, mentre l’Italia si è vista purtroppo costretta ad annullare l’evento a causa dell’emergenza Covid-19.